Etichette

31 agosto 2019

Venezia 2019.
Sandra Milo col nuovo compagno che ha 49 anni .Intervistato, ha detto " Il nostro è un rapporto che deve ancora crescere. Diciamo che tra noi sta iniziando qualcosa, che cosa lo sapremo nel tempo"
E' meglio che si spiccino, vista l'età della signora.
Mi scusino i fans della Milo, ma io non la sopporto , da quando mise in piazza la sua relazione con Fellini e le prime affermazione le fece quando c'ra ancora Giuluetta Masina  e chi lo desidera, può leggere   le baggianate, per non dire peggio, di ciò che osa raccontare
ROMA. Sandra Milo ha partecipato alla trasmissione serale "Che tempo che fa" di Fabio Fazio dove ha parlato della sua storia d'amore con il regista della Dolce Vita, Federico Fellini.
“Mi ha baciato, era una cosa che sognavo e alla fine sono svenuta - racconta sorridendo -  Meno male che ero in camerino e sono caduta sul lettino. Federico poi mi disse: ma come? una come te che sviene per un bacio? Che bamboccia. Ho avuto molti uomini, anche Bettino Craxi, ma l'amore amore è stato solo uno, Fellini. Ancora oggi ci parlo come se fosse qua. Sono stata anche molto felice sessualmente con lui. Non mi fraintenda: quando facevo l'amore mi sembrava di essere la terra, il cielo, gli alberi, la tempesta, la neve, l'universo intero che si concentravano in quell'atto".
Morì di infarto.
«Lui non voleva più vivere. Era un uomo fantastico che adorava il suo lavoro, ma nell’ ultimo periodo era chiuso nel bagaglio di ricordi, gli stava mancando l’ ispirazione che era la sua prima ragione di vita. In più lo avevo lasciato».
Però c’era ancora Giulietta.

«Sì, certo, Giulietta c’ è sempre stata. Ma per uno che è come Michelangelo una moglie non può essere una ragione sufficiente di vita».
LA VENERE DI MILO - SANDROCCHIA METTE IN SCENA L’AMORE CON FELLINI: “17 ANNI DI PASSIONE CLANDESTINA. MA IO NON VOLEVO DIVENTARE LA FIDANZATA UFFICIALE, LA ROUTINE DISTRUGGE LA MAGIA”

Io e Federico siamo stati follemente innamorati, all'insaputa del mondo, per diciassette anni. Ero bella, allora, e la bellezza ispira sempre gli artisti. Anche per questo credo che lui mi amasse. Ho aspettato che lui e la moglie morissero, prima di svelare tutto, alcuni anni fa. E oggi, con questo spettacolo ripercorro quell'antico amore».
Allora l'attrazione di Federico per me era solamente fisica. Io invece m'ero proprio innamorata di lui. Aspettai che se ne accorgesse. E la passione travolse entrambi durante Giulietta degli spiriti. In modo fatale, totalizzante. Inesorabile, anzi. Perché nemmeno la morte ha potuto interromperla».
Ma lei non era amica per la pelle di Giulietta Masina, devota moglie di Fellini?

«Fummo molto amiche a lungo, si. Ma ammesso e non concesso che abbia saputo qualcosa, Giulietta era una donna speciale, molto diversa dalla moglie borghese che s'immagina. E certamente avrebbe capito. In ogni modo, anche se avessi voluto, non sarei mai riuscita a staccarmi da Federico».


E allora perché finì? Perché era una passione clandestina?
«Al contrario. Proprio la sua segretezza lo rendeva un amore straordinario: da favola. Mentre quando lui cominciò a fare per noi progetti sentimentali e professionali, io mi spaventai. La routine di un rapporto "ufficiale" avrebbe distrutto la magia. E io non volevo che la nostra storia diventasse la stessa di tutti».

Famiglia  Cristiana : Giulietta, fervente cattolica, sopportò persino i tradimenti, per amore prima di tutto, ma anche per salvare il matrimonio che considerava un sacramento indissolubile. E per questo spesso fu considerata una vittima, succube di un marito affascinante ma scomodo e, a tratti, persino crudele. Soprattutto quando Sandra Milo rivelò di avere avuto una relazione durata diciassette anni con Fellini che, a suo dire, sarebbe stato pronto a lasciare la moglie.
Questa per far parlare di se , venderebbe l'anima ha persino raccontato di essere stata stuprata, in treno

Sandra Milo racconta di essere stata violentata.
https://www.igossip.it/gossip/sandra-milo-stuprata-in-treno/
Qui c'è la descrizione della violenza che avrebbe subito, ma non la pubblico perché mi da la nausea. 

Sandra Milo ha poi raccontato di non aver mai raccontato quanto era accaduto per paura dei giornali . L’idea che milioni di uomini potessero immaginare quella scena era insopportabile per me” ha spiegato la Milo “Mi sarebbe sembrato di essere violentata milioni di volte. Anche se non fossi stata famosa, però, non avrei denunciato comunque il mio aggressore. Il mio è stato un errore, ora lo capisco”.








5 commenti:

  1. Forse sei troppo severa con un "personaggio"... felliniano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un personaggio tra i più grotteschi di Fellini.
      Perché dici troppo severa, quella è un'autentica opportunista.

      Elimina
    2. Voglio dire che è un personaggio caricaturale disegnato da Fellini. Lei ha campato su quello, ma non credo che nessuno l'abbia mai presa sul serio, dichiarazioni comprese.

      Elimina

  2. Fellini le ha fatto fare la parte di una svampita perchè era l'unica cosa che le riusciva bene (oltre il letto), quindi non ci si può incazzare per quelle dichiarazioni quando ancora la Masina era in vita, sarebbe come sparare sull'ambulanza.

    RispondiElimina

ANONIMI :NO