"È un grande risultato: il Parlamento europeo ha incluso la violenza di genere tra gli eurocrimini, cioè i reati su cui la Ue ha competenza. Quindi i femminicidi saranno al pari del terrorismo, della tratta, della mafia, del riciclaggio. I colleghi di Fratelli d'Italia e Lega si sono astenuti con la scusa vergognosa che s' introduceva il concetto di genere". Pina Picierno è la deputata dei "Socialisti e democratici" a Strasburgo che, nelle commissioni prima, e poi alla vigilia dell'aula, si è spesa per convincere anche i conservatori a votare a favore.  

Picierno, è soddisfatta?
"È un primo passo. Un buon successo perché la risoluzione è passata con 427 voti a favore. Per parte mia sono andata a cercare tutti, a uno a uno anche nelle file degli incerti e dei contrari. Con la risoluzione si propone di modificare l'articolo 83 del Trattato sul funzionamento dell'Unione, chiedendo alla Commissione Ue di includere la violenza di genere tra gli eurocrimini, quei reati cioè che vanno combattuti su base comune come il traffico di esseri umani, di droga, di armi, il crimine informatico, il terrorismo, la criminalità organizzata". 

Maggioranza ampia, con 427 a favore. 
"Infatti, una larghissima maggioranza che è davvero una vittoria. Ma nonostante una lista di donne morte ammazzate che In Italia ha raggiunto 84 nomi nel 2021, appena poche ore fa Alessandra Zorzin uccisa nel vicentino e malgrado ogni sei ore una donna venga ammazzata in Europa, malgrado questa mattanza, questo massacro, i leghisti e FdI si sono astenuti, mentre i forzisti si sono divisi". 

Aspettando  le ragioni per cui Lega e FdI si sono astenuti

Ho letto sul blog di Andrea https://andreasacchini.blogspot.com/ l'abominevole supposizione che ha fatto la Palombelli.