15 settembre 2019

Senatori a vita

 Oggi,per l'ennesima volta:
Meloni sferra l’attacco: «I senatori a vita vanno aboliti, sono una vergogna».

Il suo compare, oggi

Pontida (Bergamo), 15 set. (LaPresse) - Enzo Ferrari "non fu ritenuto degno di fare il senatore a vita", mentre "degli abusivi non eletti da nessuno sì, che hanno votato un governo di traditori". Lo dice il leader della Lega, Matteo  dal palco di Pontida. "Fosse per me i senatori a vita li cancellerei politicamente dall'ordinamento italiano.

2013  I senatori di Forza Italia Elisabetta Alberti Casellati e Lucio Malan, membri della giunta delle Elezioni, hanno chiesto di sospendere la convalida della nomina dei nuovi senatori a vita. "Non sono emersi elementi sufficienti a identificare gli 'altissimi meriti' a loro attribuiti", spiegano. Il 30 agosto scorso il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, aveva nominato Elena Cattaneo, Renzo Piano, Carlo Rubbia e Claudio Abbado.


Nominati da Sandro Pertini   ANNI '80

Immagine Nominativo Professione Data nomina Motivazione Data cessazione
Leo valiani.jpg Leo Valiani politico e storico 12 gennaio 1980 Meriti in campo sociale 18 settembre 1999
(deceduto)
Eduardo De Filippo.gif Eduardo De Filippo attore e commediografo 26 settembre 1981 Meriti in campo artistico e letterario 31 ottobre 1984
(deceduto)
Camilla Ravera 1.jpg Camilla Ravera politica 8 gennaio 1982 Meriti in campo sociale 14 aprile 1988
(deceduta)
Carlo bo.PNG Carlo Bo critico letterario 18 luglio 1984 Meriti in campo letterario 21 luglio 2001
(deceduto)
Norberto bobbio.jpg Norberto Bobbio giurista e filosofo 18 luglio 1984 Meriti in campo scientifico 9 gennaio 2004
(deceduto)

Nominati da Francesco Cossiga[modifica | modifica wikitesto]

Immagine Nominativo Professione Data nomina Motivazione Data cessazione
Spadolini.jpg Giovanni Spadolini politico e storico 2 maggio 1991 Meriti in campo sociale, scientifico e letterario 4 agosto 1994
(deceduto)
Gianni Agnelli portrait.jpg Gianni Agnelli industriale 1º giugno 1991 Meriti in campo sociale 24 gennaio 2003
(deceduto)
Giulio Andreotti.jpg Giulio Andreotti politico 1º giugno 1991 Meriti in campo sociale e letterario 6 maggio 2013
(deceduto)
Francesco De Martino (1972).jpg Francesco De Martino politico 1º giugno 1991 Meriti in campo sociale, scientifico e letterario 18 novembre 2002
(deceduto)
Paolo Emilio Taviani Portrait.jpg Paolo Emilio Taviani politico 1º giugno 1991 Meriti in campo sociale e scientifico 18 giugno 2001
(deceduto)

Nominati da Oscar Luigi Scalfaro[modifica | modifica wikitesto]

Nessun senatore a vita fu nominato da Oscar Luigi Scalfaro.

Nominati da Carlo Azeglio Ciampi[modifica | modifica wikitesto]

Immagine Nominativo Professione Data nomina Motivazione Data cessazione
Rita Levi Montalcini.jpg Rita Levi-Montalcini neurobiologa 1º agosto 2001 Meriti in campo sociale e scientifico
(Premio Nobel per la medicina 1986)
30 dicembre 2012
(deceduta)
Emilio Colombo 2.jpg Emilio Colombo politico 14 gennaio 2003 Meriti in campo sociale 24 giugno 2013
(deceduto)
Mario Luzi.PNG Mario Luzi poeta 14 ottobre 2004 Meriti in campo artistico e letterario 28 febbraio 2005
(deceduto)
Presidente Napolitano.jpg Giorgio Napolitano politico 23 settembre 2005 Meriti in campo sociale 15 maggio 2006
(eletto Presidente della Repubblica)[5]
Sergio Pininfarina industriale 23 settembre 2005 Meriti in campo sociale 3 luglio 2012
(deceduto)

Nominati da Giorgio Napolitano[modifica | modifica wikitesto]


Immagine Nominativo Professione Data nomina Motivazione Data cessazione
Mario Monti 2012.jpg Mario Monti economista 9 novembre 2011 Meriti in campo sociale e scientifico in carica
Claudio Abbado - L'Aquila - 2012 - 2.jpg Claudio Abbado direttore d'orchestra 30 agosto 2013 Meriti in campo artistico 20 gennaio 2014
(deceduto)
Elena Cattaneo crop.jpg Elena Cattaneo neurobiologa 30 agosto 2013 Meriti in campo scientifico in carica
Piano, Renzo.png Renzo Piano architetto 30 agosto 2013 Meriti in campo artistico
(Premio Pritzker 1998)
in carica
Carlo Rubbia.jpg Carlo Rubbia fisico delle particelle elementari 30 agosto 2013 Meriti in campo scientifico
(Premio Nobel per la Fisica 1984)
in carica

Nominati da Sergio Mattarella


Nominati da Sergio Mattarella  Liliana Segre, che io adoro

Immagine Nominativo Professione Data nomina Motivazione Data cessazione
Liliana Segre (XVIII Legislatura Senato).jpg Liliana Segre imprenditrice 19 gennaio 2018 Meriti in campo sociale
(Testimone e sopravvissuta alla Shoah)
in carica
Io sono curiosa, mi sono andata a leggere tutto sui Senatori a vita  e ho tratto le mie conclusioni.Per forza li detestano : tra questi artisti , sociologi,  poeti , scrittori e scienziati, non  non ce n'è uno  che  rappresenti le  loro ideologie  fasciste, la loro mancanza di umanità, la loro protervia.
E hanno un'ottima memoria

Vivi e lascia morire

Lo, so, penserete che la mia sia un'ossessione, e in in certo senso lo è, perché nasce dall'incredulità che molti italiani, tra cui moltissimi meridionali, abbiano potuto credere, e credano, ad un ignorante come Salvini, perché " La vera ignoranza è quella del cuore " Mario Raffaele Conte
Un cuore duro e opportunista, guidato da una mente egocentricamente pericolosa.

Milano, nega affitto a ragazza meridionale. Salvini: "Quella signora è una cretina" 
Così si da la zappa sui piedi ,il "cretino"








Sul tema a lui tanto caro dei migranti, Salvini ha avuto e ha in continuazione toni forti. Ricordiamo l'uscita di inizio gennaio. La sua soluzione? Dare ai migranti un sacchetto di noccioline:
"Bisogna salvare chiunque in mezzo al mare, ma poi riportarlo indietro. Bisogna scaricarli sulle spiagge, con una bella pacca sulla spalla, un sacchetto di noccioline e un gelato".

3) Campi rom da radere al suolo

Per il problema dei campi rom, nell'aprile 2015, Salvini ha una medicina tutta sua: le ruspe.
"Con un preavviso di sfratto di sei mesi, raderei al suolo i campi rom". E ancora: "Do un preavviso di sfratto di sei mesi e preannuncio la ruspa".

4) Sulle adozioni gay

Contrario a matrimoni e adozioni gay, nel 2015, prima che venisse approvata la legge unioni civili, ha spiegato a suo modo cosa capiterebbe - secondo lui - a un bambino in una coppia gay:
"Se cresce con genitori o un genitore gay, parte da un gradino più sotto. Parte con un handicap".

5) Pulizia etnica controllata

Nell'agosto 2016, al comizio di Ferragosto a Ponte di Legno, evoca addirittura la pulizia etnica:
"Quando saremo al governo polizia e carabinieri avranno mano libera per ripulire le città. La nostra sarà una pulizia etnica controllata e finanziata, la stessa che stanno subendo gli italiani, oppressi dai clandestini".

14 settembre 2019

AUGURI SILVIA

Oggi compi 24 anni. E' il secondo compleanno che vivi laggiù in Africa.. L'anno scorso festeggiavi con i tuoi amati bambini: quella torta con le scintille, piena di gioia e sorrisi "bianchi più che mai" intorno a te, e tu sorridente e felice di essere là.. Questo compleanno è diverso.. Ma posso regalarti DOLCI PENSIERI, trasmetterti forza ed energia dal profondo di un cuore che soffre, ma che non ha mai smesso di
CREDERE che tornerai tra le nostre braccia.. Sei una GRANDE!❤️ PapàTuo

"Amo piangere commuovendomi per emozioni forti, sia belle sia brutte, ma soprattutto amo reagire alle avversità. Amo stringere i denti ed essere una testa più dura della durezza della vita. Amo con profonda gratitudine l’aver avuto l’opportunità di vivere" . Silvia Romano.

Mi unisco alla speranza di questo Padre, attendendo con ansia il ritorno di questa generosa ragazza, alla quale, essendo una mamma, penso ogni giorno. Quando apro la pagina di Repubblica, spero di leggere la notizia della sua liberazione. 💓

13 settembre 2019

Amore sfegatato


Casa negata a una ragazza di Foggia: "Scriva pure che sono leghista sfegatata"

Quando Deborah, la ragazza di Foggia cui è stato negata la casa in affitto in provincia di Milano perchè meridionale, spiega alla madre della proprietaria che denuncerà pubblicamente l’accaduto, la donna non nasconde le sue simpatie politiche: “Scriva anche sotto al post che la signora è una salviniana, è del Capitano – si sente in un secondo audio pubblicato – Scriva che la signora, da quando c’era ancora il Bossi che ha cominciato le prime volte, era in prima linea. Lo scriva in grande, ecco le leghiste cosa fanno. Lo dica pure che sono una leghista sfegatata, perché Salvini sin dall’inizio ce l’aveva con tutti i meridionali”


Il Vangelo secondo Matteo e i suoi comandamenti

1° Odia i tuoi connazionali terroni.
2° Onora sempre il Capitano
3° Partecipa ai Riti Padani.
4° Ricorda di comprare una pistola
5° Ricorda che Dio e la Madonna sono con noi.
6° Non tradire mai il tuo Signore Matteo.
7° Non commettere   adulterio se non con un  leghista

12 settembre 2019

HIBRIS


Cosa resta dei pieni poteri

Ezio Mauro
Un' analisi perfetta quella di Ezio Mauro, nonostante  non escluda la possibilità di  "un ritorno a un tragico futuro ".Troppo pochi gli italiani che  si sono resi conto del pericolo corso e ciò mi fa rizzare i capelli. 

Per spiegare la crisi di governo appena conclusa in tanti siamo ricorsi al fenomeno dell'hybris, scomodando addirittura Eschilo, Erodoto e Aristotele.  Troppa grazia, per la piccola disgrazia italiana. Ma indubbiamente c'è qualcosa di epico nell'uomo che costruisce con le sue stesse mani la sua sfortuna, rovesciando il breve ciclo della storia di cui è
protagonista. E lo fa - questo è il punto - perché è dominato dalla passione per il comando, fino a trasformarlo in un totem da conquistare nella sua integralità, simboli e sostanza compresi. In questo senso, nella tradizione, l'hybris è il passaggio del limite, la fuoruscita dal lecito, la proiezione oltre il confine del consentito e del legittimo. È la tentazione dell'eccesso e della dismisura.[…]


 Salvini prima di tutto ha decretato lo scioglimento delle Camere, con un’appropriazione indebita di prerogative altrui. Non ha infatti chiesto le elezioni anticipate: le ha pretese, come se da parte fosse diventato tutto, minacciando anche il ricorso alla piazza. Lo ha fatto, tutto questo, schioccando le dita dalla spiaggia del Papeete, invitando i parlamentari ad “alzare il culo” per rispondere immediatamente in Aula ai suoi voleri. Non è facile rintracciare nella storia della Repubblica una simile dichiarazione di disprezzo di un uomo di governo nei confronti dell’istituzione parlamentare, coi deputati e i senatori dileggiati come perdigiorno da un ministro a torso nudo e portati in Aula a spintoni.
Poi il leader leghista ha immediatamente fissato una posta eccezionale per le elezioni, chiedendo “i pieni poteri”, con una formula perfettamente coerente col suo modo di procedere: una ripetuta allusione a mondi autoritari evocati per suggestione, sfiorando a uno a uno tutti i tabù della Repubblica, quasi si volesse saggiare la tenuta dei muri maestri del sistema, con una spinta subliminale che suggerisce la possibilità di andare oltre.

È in questa rottura dello spirito repubblicano che s’inserisce la proposta di un potere finalmente pieno, totale, saturo di sé che cambi nei fatti le regole del gioco. 

Tutto questo è avvenuto nei mesi del governo giallo-verde, con politiche xenofobe, teorizzazioni razziste, pratiche repressive, circondato ed estremizzato da un linguaggio di intolleranza e di ferocia che i francesi chiamano “delinquenza del pensiero”. 

11 settembre 2019

Non riesce a trattenersi.


Conte bis, Casellati riprende il presidente del Consiglio



Scene fino a un mese fa inimmaginabili. Mentre il premier Giuseppe Conte, durante il suo intervento al Senato, prova ad affrontare il tema degli affidamenti dei minori spinto dai continui riferimenti al caso di Bibbiano, alcuni senatori d’opposizione lo interrompono e lui si lascia sfuggire: "Io l’ho ascoltata ed ero in silenzio". Parole stigmatizzate dalla presidente di Palazzo Madama Maria Elisabetta Alberti Casellati, che invita il premier a non rivolgersi direttamente ai senatori. 


Dopo essersi iscritta all'Ordine degli avvocati di Padova  Alberti Casellati sceglie di aderire a Forza Italia, il partito fondato in quell'anno da Silvio Berlusconi. Viene così eletta senatrice nella XII legislatura. 
Non me ne volere amico carissimo, ma io questa non la sopporto E' talmente palesemente schierata, che fa pena. Prima Berlusconi PUAH e poi Salvini PUAHPUAH

Un bel VAFFA.


Scontro in diretta tv, Cazzola: "Salvini deve andare .". Bitonci (Lega): "Vado via"


Acceso scontro durante la puntata de 'L'aria che tira' su La7. L'economista Giuliano Cazzola, intervenuto nella puntata andata in onda dopo il discorso di Giuseppe Conte al Senato, ha iniziato i suo intervento in modo polemico. "Se avessi saputo che c'erano dieci minuti di Salvini non sarei venuto. La mia opinione è che Salvini deve andare a fare in c***". Dura la reazione di Massimo Bitonci, deputato della Lega presente in studio, che ha minacciato di lasciare lo studio

Senza dubbio, poco  fine  raffinato distinto delicato garbato signorile aggraziato, ma quando ci vuole ci vuole, lo sa anche Salvini


 Fornero, Consulta boccia referendum. Salvini: “Vaffanculo, Italia fa schifo”

Salvini manda a fanculo Fico sulla Festa della Repubblica. Tensione anche sul 2 giugno.