Etichette

26 ottobre 2021

I proverbi delle nonne


Secondo Romina Power, l'amore oggi è molto più libero, anche perle donne ; per una bella relazione " non occorre comprare tutto il maiale,basta una salsiccia. Forse non si rende conto che non tutte le donne sono scrofe e non tutti gli uomini sono maiali








23 ottobre 2021

Da non credere

 https://www.raiplay.it/video/2021/10/Tale-e-quale-Show---Puntata-del-22102021-d25130b9-0678-4f04-9d47-4374a5839410.html

Notizie su Https://Www.Raiplay.It/Video/2021/10/Tale-E-Quale-Sh…

Tale e Quale Show - S2021E6 - Puntata del 22/10/2021


Ieri sera per caso, sono passata su Rai 1, durante il " Tale e quale show" programma di punta di Rai 1, in opposizione al "Grande fratello"  Mediaset 5(?)

Sono capitata al 25° minuto circa. Mi sono vergognata per la Rai, per Conti, per la giuria, per i teatranti : uno squqllore privo di spirito e di talento, PROGRAMMA DI PUNTA.
Cristiano Malgioglio




Gli ascolti che il GF Vip e Tale e Quale Show hanno ottenuto nella serata di ieri, venerdì 22 ottobre, dopo le vittorie di Carlo Conti su Alfonso Signorini delle settimane precedenti. 4milioni 116mila telespettatori, share del 21.6%, per il programma di Rai1 (che ha visto trionfare Francesca Alotta) mentre il reality di Canale5 ha ottenuto 2milioni 678mila telespettatori, share del
Ieri sera per caso, sono passata su Rai 1, durante il " Tale e quale show" programma di punta di Rai 1, in opposizione al 2Grande fratello  Mediaset 5(?)18.24%.

21 ottobre 2021

Difficile ma non impossibile.

 

Forza Italia, Berlusconi: "Gelmini fuori dalla realtà. Draghi? Meglio resti premier". Salvini: "Se il Cavaliere si candida al Colle ok dal centrodestra"

Elephant in the room è un'espressione tipica della lingua inglese per indicare una verità che, per quanto ovvia e

appariscente, viene ignorata o minimizzata. L'espressione si riferisce cioè ad un problema molto noto ma di cui nessuno vuole discutere
, oppure ad un particolare elemento di tale problema. L'idea di base è che un elefante dentro una stanza sarebbe impossibile da ignorare; quindi, se le persone all'interno della stanza fanno finta che questo non sia presente, la ragione è che così facendo sperano di evitare un problema più che palese. Questo atteggiamento è tipicamente adottato in presenza di tabù sociali o di situazioni imbarazzanti.

IMBARAZZANTE ? Molto di più! Scabroso , da vergognarsi

Bugie sulla P2 (falsa testimonianza). Nel 1988, nel processo di Verona nato dalla sua querela ai recensori del libro Inchiesta sul Signor Tv di Ruggeri e Guarino, B. dichiara: “Non ricordo la data esatta della mia iscrizione alla P2, ricordo comunque che è di poco anteriore allo scandalo… Non ho mai pagato una quota di iscrizione, né mai mi è stata richiesta”. Ma lo scandalo è del 1981 e la sua iscrizione del 26.1.1978, con pagamento della quota associativa di 100 mila lire. Così, da parte lesa, B. diventa imputato per falsa testimonianza. La Corte d’Appello di Venezia, nel 1990, sentenzia: “Ritiene il Collegio che le dichiarazioni dell’imputato non rispondano a verità … smentite dalle risultanze della commissione Anselmi e dalle stesse dichiarazioni rese del prevenuto avanti al giudice istruttore di Milano, e mai contestate… Ne consegue che il Berlusconi ha dichiarato il falso”, rilasciato “dichiarazioni menzognere e compiutamente realizzato gli estremi obiettivi e subiettivi del delitto di falsa testimonianza”. Ma “il reato va dichiarato estinto per intervenuta amnistia” (del 1990).

Tangenti alla Guardia di Finanza (corruzione). Condannato per corruzione in primo grado per quattro tangenti a 12 ufficiali delle Fiamme Gialle, poi prescritto in appello per tre mazzette e assolto per insufficienza di prove sulla quarta, nel 2001 B. viene assolto in Cassazione per insufficienza di prove per tutti e quattro gli episodi, mentre i manager Fininvest e i finanzieri vengono tutti condannati. Per la Suprema Corte non si è riusciti a sciogliere il nodo di chi fra Silvio e Paolo B. autorizzò le mazzette. Ma è dimostrata la “predisposizione della Fininvest” a corrompere la Gdf, cioè a “gestire in modo programmato le situazioni oggetto di causa, anche con la formazione di fondi per pagamenti extrabilancio” comprando “la deliberata sommarietà e compiacenza delle verifiche fiscali” con “consistenti dazioni” e “favori”.

All Iberian-1 (finanziamento illecito ai partiti). Condannato in Tribunale insieme a Bettino Craxi per avergli versato nel 1991 estero su estero (in Svizzera) dai conti All Iberian mazzette per 23 miliardi di lire, B. si salva col suo complice in appello per prescrizione. Ricorre in Cassazione per essere assolto, ma la Suprema Corte nel 2000 conferma: è un colpevole che l’ha fatta franca. “Le operazioni societarie e finanziarie prodromiche ai finanziamenti estero su estero dal conto intestato alla All Iberian al conto Northern Holding (uno dei tre di Craxi in Svizzera, ndr) furono realizzate in Italia dai vertici del gruppo Fininvest Spa, con il rilevante concorso di Silvio Berlusconi quale proprietario e presidente” e da altri manager del gruppo. Dunque niente assoluzione. “Non emerge negli atti processuali l’estraneità dell’imputato”. Infatti è condannato a pagare le spese di giudizio.

 All Iberian-2 (falso in bilancio). B. è imputato per centinaia di miliardi di lire di fondi neri nascosti ai bilanci Fininvest, accantonati all’estero nelle società offshore della tesoreria occulta All Iberian e usati negli anni 80-90 per fini inconfessabili: corrompere politici (come Craxi), giudici romani, prestanome (in Tele+ e Telecinco), scalare occultamente società (da Standa a Mondadori) in barba alle leggi e ai controlli di Borsa. Nel 2005 il Tribunale lo assolve con i suoi manager perché “il fatto non è più previsto dalla legge come reato” (l’ha depenalizzato lui nel 2001 con la riforma del falso in bilancio).

Difficile, ma non impossibile, in Italia

Seconda puntata

C'è una pioggia sottile e fastidiosa. Su Silvio Berlusconi rimbalza, neanche la sente. È ipnotizzato. Euforico. Porta gli anni in spalla, a fatica. Si sente comunque in sella. Sogna il Quirinale, sfidando ogni legge della fisica e della politica. Pranza con Angela Merkel, sembra il 2005, o il 2008, o comunque tanti anni fa. In mezzo, poteri giganteschi e rovinose cadute. "

Fa un regalo ad Angela Merkel, forse un quadro di Botero, per ricordarle quando il Cav. la definì una 'CULONA'

 Vivere come Berlusconi, essere Berlusconi per mezza Italia è stato un sogno, per l'altra mezza - alla quale appartengo - un autentico incubo. Tutto quello che ci ripugna, in termini di vita, gusti, ambizioni, estetica, etica, era da lui superbamente interpretato.
Dall'amaca di Michele Serra


 


ANTIPODI

 <iframe class="rep-video-embed" src="https://video.repubblica.it/embed/tecnologia/tech/la-torre-di-capsule-di-tokyo-su-cui-il-futuro-ha-cambiato-idea/399172/399884&width=640&height=360" width="640" height="360" frameborder="0" scrolling="no"></iframe>

La torre di capsule di Tokyo su cui il futuro ha cambiato idea

La torre Nakagin di Tokyo è stata costruita nel 1972 ed è composta da 140 monolocali di 10 mq. Nelle intenzioni dell'architetto che l'ha progettata, ogni capsula sarebbe potuta diventare un micro appartamento o un mini ufficio. Negli anni, invece, quello che doveva essere il condominio del futuro non ha ricevuto manutenzione e si trova ora in uno stato di decadenza. Più volte, in passato, si è parlato di una demolizione per questo edificio iconico di Tokyo, e ora - stando a quanto riporta l'agenzia Reuters - ci sarebbe la certezza: le capsule saranno smantellate entro marzo 2022

Tra le nuvole e i grattacieli, la nuova stanza delle meraviglie di New York<iframe class="rep-video-embed" src="https://video.repubblica.it/embed/tecnologia/tech/tra-le-nuvole-e-i-grattacieli-la-nuova-stanza-delle-meraviglie-di-new-york/399256/399966&width=640&height=360" width="640" height="360" frameborder="0" scrolling="no"></iframe>

Sulla 42esima strada, al 91esimo piano del grattacielo One Vanderbilt, l'artista Kenzo Digital ha creato un'esperienza immersiva chiamata Air. Dall'alto del grattacielo, il quarto più alto di tutta Manhattan, si può ammirare la sommità dell'Empire Street Building e tutta Midtown fino alla Freedom Tower. La particolarità di questo affascinante osservatorio è il gioco di specchi che fa sentire i visitatori tra le nuvole - di giorno - o tra le migliaia di luci di New York di notte.
 
Kenzo Digital, 42 anni, artista digitale noto per le sue collaborazioni con la cantante Beyoncé Knowles, ha detto al New York Times: "Non è solo uno sfondo ideale per le foto che andranno su Instagram. È stato costruito appositamente per ispirare". Oltre agli specchi, nel nuovo osservatorio - che occupa i piani dal 91 al 93 - sono presenti anche speciali installazioni video
.
Quando si dice  arte-cultura-abitudini  agli antipodi


18 ottobre 2021

FOLLIE

In questi giorni, Feltri ha scatenato una bufera su Twitter in seguito alla pubblicazione di un tweet sul caso di Alberto Genovese, ovvero l’imprenditore che ha fondato il portale Facile.it e che negli ultimi mesi è stato accusato di aver stuprato almeno due ragazze, le quali erano state precedentemente stordite con un mix di alcol e droga durante i suoi party nella “terrazza paradiso” in Duomo.

“Siamo d’accordo, bisogna condannare Genovese se ha stuprato. Però un pizzico di ammirazione egli lo merita: ha scopato una ragazza per 20 ore. Il mio record è 6 minuti”. Questo il tweet di Feltri che ha scatenato l’ira sui social, cancellato dopo pochi minuti.

Correva l’anno 2015, precisamente il 28 gennaio. Di lì a sei giorni  – il Presidente della Repubblica sarebbe diventato Sergio Mattarella. Nel toto nomi che precede la nomina della massima carica dello Stato erano stati interpellati anche Matteo Salvini e Giorgia Meloni che, durante un’intervista, hanno fatto il nome del candidato ideale secondo loro, un nome per chi non vota sinistra. La scelta del leader leghista e della guida di Fratelli d’Italia è ricaduta proprio su Vittorio Feltri.

Proponiamo Feltri perché «persona libera, coraggiosa, che dice quello che pensa»

Vabbè che per perdere la testa bisogna averne una ,ma...









17 ottobre 2021

Granbretagna

 

LONDRA – Gli ingorghi di ambulanze fuori dagli ospedali fanno squillare un nuovo campanello d’allarme per il Covid nel Regno Unito. I reparti di pronto soccorso “sono sull’orlo del baratro”, affermano medici e paramedici per l’aumento dei contagi: oggi ci sono stati quasi 45 mila nuovi casi e 145 morti, segnando il quarto giorno consecutivo in cui i test positivi sono stati più di quarantamila. Finora gli ospedali sembravano in grado di affrontare “l’ondata d’autunno”, come la definisce la stampa britannica, ma cresce la preoccupazione che nel prossimo futuro il sistema sanitario non sia in grado di reggere al moltiplicarsi del coronavirus.

Le ragioni dell'impennata

L’aumento di casi è dovuto alla ormai totale mancanza di restrizioni anti Covid: da circa 3 mesi non c’è oramai alcun divieto, come limiti di capienza, né obblighi di distanziamento, e tantomeno di mascherine, nemmeno al chiuso. Solo sui mezzi pubblici sono richieste, ma il governo ufficialmente non le considera più obbligatorie e quindi le autorità dei trasporti non riescono a far rispettare le loro stesse norme. Stessa cosa per i “green pass”, come vengono chiamati in Italia: nonostante ci siano tutti gli strumenti per implementarli, il governo di Boris Johnson ha fatto marcia indietro nelle ultime settimane per la pressione dell’ala più tradizionalista del suo partito conservatore. I privati possono richiederli, ma con forti limiti perché appunto non sono imposti dalla legge, nonostante i test antigenici in Inghilterra siano gratis e persino spediti a casa dal governo stesso quando richiesti.




15 ottobre 2021

SFRONTATEZZA

 

La comunità ebraica si oppone, salta la visita al Ghetto di Meloni


Il 16 ottobre 1943 è una data importante per la comunità ebraica di Roma, ma anche per la città intera. Per gli ebrei romani è l’ultima tappa di un triste itinerario iniziato nel settembre del 1938 con la promulgazione delle leggi razziali. 

 Commentando il post di Mariella,    https://acquamari.blogspot.com/   che ricorda una data importante a proposito delle leggi razziali, il mio commento riguarda  la sfrontatezza di Giorgia Meloni che voleva partecipare alla commemorazione delle leggi razziali del '43.

Lo riporto anche qui ricordando anche che alcuni mesi fà l'egregia Giorgia commemoro Giorgio Almirante il quale, a proposito della persecuzione ebraica, ebbe a dire :

«Il razzismo ha da essere cibo di tutti»

Roma 16 ottobre 1943