Etichette

30 gennaio 2020

Di male in peggio.

Indagine Eurispes su antisemitismo e razzismo. In Italia si moltiplicano le persone che non credono all’Olocausto e ‘giustificano’ Mussolini. ROMA – Il 15,6% degli italiani non crede all’Olocausto. E’ questo il risultato dell’indagine Eurispes su antisemitismo, razzismo e sicurezza. Secondo quanto specificato da questo sondaggi, gli episodi isolati contro gli ebrei non sono un indice reale di intolleranza. Per molti (60,6%) il problema di queste aggressioni è il linguaggio basato su odio e razzismo. L’altro dato da evidenziare come quasi il 20% ‘giustifica’ Mussolini. Per loro il Duce è stato un grande leader che ha commesso solo qualche sbaglio. 

I dati pubblicati dopo le parole di Liliana Segre Il rapporto dell’Eurispes è stato pubblicato il giorno dopo le parole di Liliana Segre al Parlamento Europeo. La senatrice ha ribadito che ancora oggi molte persone credono che l’Olocausto non sia esistito. Affermazione confermata anche dai dati con una percentuale cresciuta di oltre 10 punti percentuali. In crescita anche le persone contro gli immigrati. Numeri che spaventano visto il clima che si è creato nel nostro Paese. 

Mi consola il fatto che molti italiani  pensano che gli attacchi verificati negli ultimi settimane sono dovuti al linguaggio d’odio utilizzato dai politici e non solo.

I
l mondo va a rovescio, nonostante l'informazione ricca di documenti e filmati che grazie ad  Internet ha raggiunto tutto il mondo civilizzato,  Il 15,6%  non crede  nell' Olocausto e il 20%  giustifica Mussolini e afferma che il  Duce è stato un grande leader che ha commesso solo qualche sbaglio. Mi ricordano molto i TERRAPPIATTISTI  soprattutto  chi  con il terrapiattismo ci vive, o ne ricava un vantaggio personale come un secondo stipendio a suon di libri venduti, gadget rifilati e convegni organizzati.

Purtroppo coloro che speculano sul negazionismo della Shoah sono assai più pericolosi ; i loro virus stanno proliferando in cellule dannose  che raggiungono cervelli deboli, pronti a recepire male e odio .





9 commenti:

  1. La percentuale di fascisti è sicuramente più alta, poi ci sono quelli che affermano che Hitler ha fatto solo un errore: non ha ammazzato tutti gli ebrei.

    RispondiElimina
  2. Terribile. Ho letto anche io questa notizia, ne parlavo da me. Tempi bui.

    RispondiElimina
  3. Con la differenza che la teoria del terrapiattismo non fa male a nessuno, la negazione dell'olocausto e l'apprezzamento del Duce fanno rabbrividire

    RispondiElimina
  4. SE il sondaggio è valido la colpa potrebbe essere anche della cultura in pillole legata ai social. I buoni insegnanti devono fare ancora di più e anche spingere a leggere libri e a pensare. I "fenomeni statistici" sono molto difficili da leggere correttamente.

    RispondiElimina
  5. È preoccupante sentire tutto questo, io che ho vissuto quei tempi bui, io mi domando se la scuola ha fatto abbastanza, per far capire ha tutti i giovani la vera storia.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Il 15,6% di coglioni analfabeti in un popolo non è poi questa grande percentuale (messa a confronto con quella dei leghisti).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo, se questi sondaggisti sono validi. I leghisti non contano perché sono in perfetta malafede.

      Elimina

ANONIMI :NO