Etichette

29 gennaio 2020

Michela Murgia



A mio modesto parere, questa donna, Michela Murgia, sa quello che dice e sa come dirlo.
Vi consiglio questa breve lettura..

«Essere democratici è una fatica immane. Significa fare i conti con la complessità, fornire al maggior numero di persone possibile gli strumenti per decodificare e interpretare il presente, garantire spazi e modalità di partecipazione a chiunque voglia servirsene per migliorare lo stare insieme. Inoltre non a tutti interessa essere democratici. A dire il vero, se guardiamo all'Italia di oggi, sembra che non interessi più a nessuno, tanto meno alla politica. Allora perché continuiamo a perdere tempo con la democrazia quando possiamo prendere una scorciatoia più rapida e sicura? Il fascismo non è un sistema collaudato che garantisce una migliore gestione dello Stato, meno costosa, più veloce ed efficiente?». Michela Murgia usa sapientemente la provocazione, il paradosso e l'ironia per invitarci ad alzare la guardia contro i pesanti relitti del passato che inquinano il presente. E ci mette davanti a uno specchio, costringendoci a guardare negli occhi la parte più nera che alberga in ciascuno di noi.

7 commenti:

  1. Condivido la tua analisi, il passo che ci hai postato lo dimostra. La provocazione intelligente della Murgia deve farci riflettere su quello che questa società sta diventando e su quanto la gente sia sempre più disinteressata a quello che la circonda, ai proprio diritti a meno che non gli si rubi lo smartphone….

    RispondiElimina
  2. Troppa fatica guardarsi allo specchio, ultimamente. E teniamo sempre presente uno dei motti di Gramsci (riporto a memoria, quindi forse non proprio testualmente ma il senso è quello): "La storia insegna, ma la gente non studia". Qualche persona ragionevole leggerà il libro della Murgia, ma la gran massa di analfabeti funzionali che manco sanno leggere un segnale stradale non se lo filerà di striscio.

    RispondiElimina
  3. Michela Murgia è una scrittrice. Ha vinto diversi premi. E' una donna che parla chiaro.

    RispondiElimina
  4. Comunque la democrazia ha questo di bello, che non hai bisogno di essere stronzo: puoi pagare qualcuno perché sia stronzo al posto tuo.

    RispondiElimina
  5. Michela Murgia è un'ottima scrittrice anche se non spicca per simpatia. Però ha il grande merito di non essere ipocrita e di dire sempre bene e chiaro ciò che pensa di tutti. Non posso dimenticare quando rispose a Salvini che l'aveva etichettata come radical chic e snob, con il famoso tweet "sinossi dei curricula". Se non lo conosci prova a cercarlo in rete e capirai.
    Neanche a dirlo che comprerò il libro.
    Bacio.

    RispondiElimina

ANONIMI :NO