16 ottobre 2019

Tutti assieme appassionatamente.

https://rep.repubblica.it/pwa/generale/2019/10/15/news/destra_anche_casapound_in_piazza_sabato_
con_salvini_e_i_sovranisti
Destra, sabato anche Casapound in piazza con Salvini e i sovranisti

Marceranno senza bandiere, probabilmente. Forse inquadrati, come amano fare, mostrando il lato più cupo del sovranismo. Il segnale, però, è fin troppo chiaro: CasaPound sarà in piazza accanto alla Lega e a Fratelli d'Italia sabato prossimo a Roma, segno di una alleanza sempre più stretta, anche se al momento sotterranea.
Il passaparola è discreto, silenzioso e corre sui social alternativi utilizzati dall'organizzazione di estrema destra dopo la chiusura di tutti gli account su Facebook. Il canale ufficiale è il russo Telegram, dove negli ultimi due mesi sono migrate una ventina di sezioni locali.

 L'organ house di CasaPound - il Primato nazionale - ha organizzato a Roma un seminario su "Censura, nuovi media e libertà di espressione". Il faro è puntato contro la chiusura degli account social - accusati di aver divulgato propaganda basata sull'odio e la discriminazione - e vedrà una lista di relatori ampia: dal consigliere del Cda Rai Giampaolo Rossi, fino al capogruppo Fratelli d'Italia in commissione cultura a Montecitorio Federico Mollicone. Il legame con il partito di Giorgia Meloni sta diventando sempre più stretto, segno di un patto ormai consolidato, che diverse fonti confermano.
I segnali del ritorno dell'asse con il partito di Salvini non mancano sui territori, soprattutto al sud.
Una presenza ingombrante in quella terra, visto che il suocero del parlamentare è stato condannato in via definitiva per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. Accanto a lui, tra i relatori, ci sarà anche il vice coordinatore di Fratelli d'Italia per la Calabria Rosario Aversa. Un blocco pronto per la marcia sulla capitale.


Per chi avesse ancora dei dubbi, questo fratellanza  Salvini/Casa Pound non lascia più dubbi.Senza nominare chi provocò una guerra mondiale, milioni di perseguitati e di morti, checchè ne dica la Bestia "Erdogan è un dittatore" , il suo obbiettivo  è un Governo alla Erdogan, dittatoriale e con pieni poteri. Insomma, l'adunata a Roma di sabato prossimo è vergognosa, ma soprattutto pericolosa.





5 commenti:

  1. Che ne sai, magari crolla la strada dove marciano :D

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Mah, lo vedo sempre più perso altroché.

    RispondiElimina
  3. Dubbi non ce n'erano fin dal principio.

    RispondiElimina
  4. Ma perché chi di dovere non prende i provvedimenti che la legge costituzionale impone nei riguardi di questa marmaglia?

    RispondiElimina
  5. Da un anno non leggo più quotidiani, non guardo più telegiornali, non ascolto notizie radio: me l'ha consigliato il medico a causa della mia grave ipertensione, potrebbe scoppiarmi il cervello dalla rabbia.

    RispondiElimina

cristianamarzocchi2@gmail.com