Etichette

12 novembre 2020

COCCOLE

    L’aumento dei contagi da coronavirus ha spinto il Belgio verso un nuovo lockdown, ma questa volta tenendo conto anche delle esigenze psicologiche dei propri cittadini.

Per questo il Belgio ha deciso di istituire la figura del “knuffelcontact” (letteralmente “compagno di coccole”). Ogni membro di una famiglia, oltre ai conviventi potrà avere un “knuffelcontact”. Questo perché, come ha spiegato il premier Alexander De Croo: “Vogliamo un confinamento, non un isolamento.

Secondo quanto si legge sul sito del governo: “Ogni membro della famiglia ha diritto a un compagno di coccole. Le famiglie ne possono invitare a casa uno alla volta e quando è presente non si possono ricevere altre visite”,. Stesso discorso per chi vive da solo: “Oltre al compagno di coccole, si può invitare un’altra persona, ma mai contemporaneamente”.

 Già gli olandesi, che hanno una mentalità aperta, avevano dato il via libera agli "amici di letto" al tempo del coronavirus. L'Istituto di Sanità olandese ha pensato infatti a tutti quei cittadini non sposati e non fidanzati, suggerendo loro di trovarsi un "seksbuddy", cioè un "compagno di letto" per superare il periodo in cui sarà necessario mantenere le distanze sociali. Insomma, consapevole delle pulsioni dei suoi cittadini, l'Olanda suggerisce di trovare un partner, anche occasionale, con cui fare sesso protetto ai tempi del Covid-19.

Anche gli inglesi avevano  permesso qualcosa di simile , " la bolla di sostegno"

In Italia non ci pensarono e , credo, mai ci penserebbero  ad un 'soccorso' del genere. Esistono internet  i telefoni e 2/3 settimane  di astinenza si possono superare senza dare i numeri, penso : che ne dite?














7 commenti:

  1. Io penso che in Italia il compagno o la compagna di letto sia positivo e probabilmente per farlo non bisogna essere autorizzati dal Governo.

    RispondiElimina
  2. L'ipocrisia cattolica pretende che certe esigenze non esistano o non siano importanti. I due pets dell'immagine sanno e dicono tutto in materia.

    RispondiElimina
  3. Siamo noi a doverci coccolare. Ed il blog è già una gran bella coccola. ;)

    RispondiElimina
  4. Penso che non solo non ci avevano pensato ma avevano perfino vietato di vedere il proprio compagno o compagna non convivente, figurati quindi uno occasionale o trovato per superare il momento di lockdown. Solo dopo, molto dopo, permisero di vedere i propri "congiunti" inserendovi anche le relazioni affettive stabili. Io penso che. l'affetto fisico e sentimentale siano fondamentali, e poi in due se esiste anche solo un briciolo di feeling si affronta tutto meglio. Anche nel caso del partner di letto olandese, perché poi se proprio non è solo sfogo, due parole almeno le diranno tra loro no?

    RispondiElimina
  5. Un compagno di coccole suona molto carino, in effetti.

    RispondiElimina
  6. SCusa Cris ma...preendersi un cagnetto? Un gattino?
    Almeno non ti chiede dove hai messo i miei calzini?
    ahahahahhahahaah

    RispondiElimina

ANONIMI :NO