Etichette

28 maggio 2020



L’ironia del presidente della II Sezione Penale presso la Corte suprema di Cassazione e membro togato del Csm in un video diventato virale in questi giorni | Corriere Tv
Il video è stato postato su YouTube 10 mesi fa, nel marzo 2019, anche se l’intervento del magistrato sul tema risale ad oltre dieci anni fa. Nel video il magistrato afferma che il divorzio in Italia dura più della pena per l’omicidio del coniuge. Trent’anni per assassinio volontario con le attenuanti generiche e il rito abbreviato rischiano di diventare anche cinque. Molti meno di una causa di separazione. Ma Antonella Veltri, presidente di D.i.Re, la rete dei centri antiviolenza sulle donne in tutte le regioni italiane, parlando con l’Adnkronos lancia l’allarme: «È una esternazione pericolosa che scivola nell’istigazione al femminicidio. Virale? Denuncia un disagio: la lentezza della giustizia. Trovo sconveniente che un giudice possa fare questo confronto ed esprimersi come Davigo, anche in virtù del ruolo che occupa».

Segnalatomi dal blogger https://haldeyde.blogspot.com/

E' chiaro che è un paradosso, una provocazione e a mio parere è un invito a mettere mano al codice penale e non come dice Antolella Veltri. Un esempio è proprio quello che ho citato ieri :il rito abbreviato per un delinquente che uccide due bambini, una condanna a 9 anni che si rdurranno a 4/5 se vabene

4 commenti:

  1. Non si tratta di modificare il codice penale ma di rendere più competente ed efficiente la giustizia. Le donne che subiscono violenze mi fanno più simpatia dei magistrati che amano i paradossi.

    RispondiElimina
  2. La magistratura sta sempre più rotolando verso il basso...

    RispondiElimina
  3. In italia il delitto d'onore esiste ancora, avvallato da certe sentenze a dir poco ridicole.

    RispondiElimina
  4. Credo anche che quella di Davigo fosse una provocazione, certo diciamo poco felice ma solo una provocazione

    RispondiElimina

ANONIMI :NO