Etichette

12 maggio 2021

SFRATTO

 Vi sono persone che, allevate a schiaffi e ingiurie, a loro volta alleveranno i loro figli nello stesso modo; altri invece faranno di tutto per non commettere gli stessi errori e non abuseranno della loro posizione di 'pater familias'.

A mio parere, parte degli israeliani vivono immemori delle persecuzioni subite e agiscono nello stesso modo nei confronti dei loro vicini palestinesi, applicando una vera e propria apartheid, razionando l'acqua e complicando gli spostamenti dei palestinesi con una complicata rete di trasporti.

La causa dell'ennesima lotta israelo-palestinese

Lo sfratto di alcune famiglie palestinesi che abitano in edifici la cui proprietà è rivendicata da un'associazione ebraica è diventato l'oggetto del contendere. Una vicenda sulla quale pende un ricorso dei legali delle famiglie palestinesi alla Corte Suprema israeliana

Il bilancio: cinque vittime israeliane, oltre 40 palestinesi.

Le vittime sono tutte e uguali, ma è evidente la supremazia bellica di Israele  e l'inutilità de razzi palestinesi , ai fini di una possibile pace .

Luigi Di Maio, ha detto: "Chi vorrebbe cancellare Israele dalla cartina geografica del Medio Oriente commette un abominio, così come chi vorrebbe non parlare del diritto del popolo palestinese ad avere uno Stato. C'è una sola possibilità per la pace - ha concluso - difendere i due diritti insieme, due stati per due popoli. Speriamo che un giorno prevalgano la ragione e il diritto".

 

Salvini - aspetto una ferma condanna di questa aggressione anche da parte del governo italiano. Lunga vita a Israele che difende il proprio diritto di esistere, viva la pace e la convivenza fra i popoli".

Il diritto di esistere 'dello Stato di Israele' non lo cancellerà mai nessuno, mentre il diritto di uno Stato palestinese è assai improbabile  :  come contrapporre un 'aquila ad un fringuello.

Questa sera una veglia  

Alla veglia nella Capitale parteciperanno  stasera Salvini  e il coordinatore di Forza Italia, Antonio Tajani, per "ribadire il diritto di Israele ad esistere contro ogni tentativo di cancellarlo dalla carta geografica".18.30 sarà a Roma al Portico d'Ottavia per partecipare alla veglia di solidarietà organizzata dalla Comunità ebraica. 




 

18 commenti:

  1. quando ero giovane, molto e troppo giovane, giravo con la spilletta di Al Fatah sul bavero

    crescendo ho capito l'enorme cantonata presa

    oggi sono senza se e senza ma dalla parte di Israele, unica democrazia del medio Oriente

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Direi la più intoccabile dittatura del medio Oriente.

      Elimina
  2. Ero a conoscenza degli sfratti che hanno disatteso accordi trentennali. Naturalmente questo non si dice. Tutti d'accordo nell'appoggiare "l'indifesa" Israele che per l'ennesima volta "subisce" gli attacchi dei palestinesi.
    Una vergogna internazionale.

    RispondiElimina
  3. Anche il punto di attrito tra capitalismo e petrolio. Anche la coperture delle inefficienze dei capi grazie alla "solita" guerra esterna. Chi ci rimette come sempre sono i più poveri e indifesi. Chi ci guadagna è soprattutto il traballante Netanyahu.

    RispondiElimina
  4. Israele è stato in pace sette giorni forse, dopo la sua creazione.. ci sarà qualcosa che non quadra?

    RispondiElimina
  5. La nascita dello stato di Israele è l'errore più grande compiuto dagli ebrei.
    Ma nessuno celebra l'Olocausto della Palestina.

    RispondiElimina
  6. Ti lascio un articolo più che esaustivo sulle omissioni e sull'omertà dell'intero occidente (dx e sx in parti eguali) sulla tragedia in corso. Sono 73 anni di oppressione e genocidio di Israele sul popolo palestinese.
    https://www.identitainsorgenti.com/la-disinformazione-consapevole-delloccidente-sul-genocidio-in-palestina/amp/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi dispiace molto, ma non mi porta da nessuna parte. Grazi per il pensiero

      Elimina
    2. Schiaccia sul link ti si apre subito la pagina. Io ci riesco

      Elimina
  7. Copia il link di Mariella e incollalo sulla barra in alto del blog.

    RispondiElimina
  8. Uno stato esiste e uno no, uno occupa i territori e l'altro è occupato.
    Uno lotta contro il terrorismo e l'altro conta ormai 10 volte le vittime che fa il terrorismo...

    RispondiElimina
  9. Israele ha preso una brutta piega a destra. Non che in passato abbia assunto atteggiamenti migliori. Quel che fa specie è che, a volte, il suo modo di porsi ricorda molto quello dei suoi persecutori nazisti.

    RispondiElimina

ANONIMI :NO