Etichette

03 maggio 2021

C'è da augurarsi che diventi Presidente del Consiglio. O NO?

 "La cosa divertente della vicenda del concerto del primo maggio è vedere il cortocircuito di certa sinistra che si straccia le vesti sulla censura ma poi, di fatto, sponsorizza proposte di legge che limitano la libertà d'espressione.

Confonde la libertà d'espressione con l'odio.

“Gli omosessuali in Italia? Non sono discriminati”: Meloni e Salvini in piazza contro la legge sull’omofobia minimizzano le aggressioni

"Proprio durante i giorni in cui si lavorava per approvare la legge sulle unioni civili, Gandolfini e i suoi accoliti paragonavano l’amore omosessuale a quello tra un essere umano e il suo fedele cane. Ha anche ricevuto il plauso di Giorgia Meloni lo scorso anno, quando la stessa gli ha dedicato un tweet che recitava Grazie a Massimo Gandolfini per le importanti parole che ha pronunciato oggi dal palco della manifestazione “Più famiglia, più Italia” e per il sostegno a Fratelli d’Italia. Difesa della vita, centralità della famiglia naturale, libertà educativa e la lotta all’ideologia gender: sono queste le istanze che condividiamo con il popolo del Family Day e che vogliamo portare anche in Europa” Questo è un breve e conciso quadro del personaggio che ha fatto da spalla a Salvini e Meloni settimana scorsa di fronte a Montecitorio. E tutto questo accadeva nel 2020 
Presidente del Partito dei conservatori e dei riformisti europei. Meloni è sempre di più il volto della destra italiana nel mondo

Legami internazionali con i centri più importanti della destra e posti in fondazioni prestigiose finanziate da fondazioni come il Rockefeller Brothers Fund, gli stessi fratelli Rockefeller simbolo del capitalismo statunitense. Un terreno che sembra preparare l’incoronazione di Giorgia Meloni a leader della destra italiana.. Ora che è una leader sempre più affermata sul piano internazionale, sembrano lontani i tempi in cui Meloni si scagliava contro i supposti “Poteri Forti”. 

Negli ultimi due anni Meloni è andata due volte negli Stati Uniti per partecipare a convegni di think tank cruciali nell’universo politico della destra d’Oltreoceano. La prima nel marzo 2019 quando è stata l’unica italiana a partecipare alla Conservative Political Action Conference di Washington, la pià grande manifestazione organizzata dai Repubblicani. Sul suo stesso palco anche Donald Trump. La seconda a febbraio del 2020, quando ha partecipato al National Prayer Breakfast, sempre a Washington. Da qui ha spiegato come vorrebbe ispirarsi alla politica di Trump: «L’orgoglio dell’identità, nelle altre nazioni del mondo, sta dando ottimi frutti e ottimi risultati. È la ricetta che vogliamo portare in Italia».



4 commenti:

  1. Ma certo, e poi vediamo cosa è capace di fare "sono donna, sono moglie, sono mamma"

    RispondiElimina
  2. Non mi preoccupa la logorrea (= fuga di parole senza veri pensieri) ma quelli che la appoggiano e la votano. Probabilmente la "maggioranza" silenziosa ammira il suo scilinguagnolo. Quasi quasi preferisco il "cavallerizzo" Salvini che riesce a tenere il piede in due (tre, quattro...) staffe!

    RispondiElimina

ANONIMI :NO