31 luglio 2020

Non si muore d'ignoranza

Coronavirus, Mattarella: "La libertà non è il diritto di fare ammalare gli altri

La cautela sulla pandemia è un "richiamo prezioso e opportuno. C'è infatti la tendenza a dimenticare e a rimuovere esperienze sgradevoli. Forse non era immaginabile che la rimozione affiorasse cosi presto mente nel nostro Paese continuano a morire persone per il virus. È un motivo per non abbassare le difese". "C'è un pericolo ancora attuale - ha ammonito - ci sono contagi e vittime"


"È in gioco il futuro, un futuro che richiede determinazione. I nostri ragazzi hanno patito un anno di disagio. Il sistema Italia non può permettersi di dissipare altre energie in questo campo. Lo sviluppo della nostra società subirebbe un danno incalcolabile. L'apertura regolare delle scuole è l' obiettivo primario.

Penso che l'obiettivo primario sia proteggere il lavoro e tutti i reparti dell'economia.
Nessuno è mai morto d'ignoranza e perdere un anno per tutti non sarebbe una tragedia. Fingiamo che l'obbligo di iniziare lo studio nella scuola primaria abbia  inizo a 7 anni.
 Una voce autorevole, deve raccomandare alle famiglie che si occupino di far studiare i figli con ripassi e compiti e che seguano i programmi scolastici su internet. Farsi magari aiutare da parenti o vicini di casa disponibili . Io lo faccio con le bimbe dei "miei" indiani.

https://style.corriere.it/news/societa/studiare-casa-homeschooling-coronavirus-scuole-chiuse/
In Italia l’educazione parentale è una possibilità prevista dalla Costituzione, che stabilisce l’obbligatorietà non della scuola ma dell’istruzione. I genitori che desiderano prendersi carico dell’educazione dei figli devono presentare al dirigente scolastico un’autocertificazione in cui dichiarano di possedere i mezzi culturali ed economici adeguati. Nel 2016-2017, secondo i dati del Ministero dell’Istruzione, l’hanno fatto in 1.226 fra scuola primaria e secondaria. «La sensazione che si ricava dal numero dei contatti e delle realtà che partono o sono partite di recente è di un nettissimo aumento» spiega Claudia Benatti, coordinatrice del progetto Tutta un’altra scuola che organizza workshop e convegni dedicati alle nuove forme di istruzione.



























































































































































































































































































































































































































































































































































































































😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊😊