12 giugno 2018

https://www.corriere.it/esteri/18_giugno_10/migranti-salvini-puo-chiudere-porti-5-domande-5-risposte-5a4ae82a-6cc4-11e8-8fe1-92e098249b61.shtml

Migranti, Salvini può chiudere i porti? 5 domande e 5 risposte

1) Salvare la vita in mare è un obbligo? 
Si. Il diritto del mare e la Costituzione italiana (art. 2) si fondano sulla solidarietà quale dovere inderogabile. Il diritto internazionale (convenzione di Montego Bay e altre) impone agli Stati di obbligare i comandanti delle navi che battono la propria bandiera nazionale a prestare assistenza a chiunque venga trovato in mare in pericolo di vita, di informare le autorità competenti, di fornire ai so2) Non prestare soccorso ai naufraghi è reato? 
Si. In Italia, l’ingiustificata omissione di soccorso ai naufraghi costituisce reato ai sensi degli articoli 1113 e 1158 del codice della navigazione.

Il caso diplomatico che ha riguardato i 629 migranti soccorsi dalla nave Aquarius ha riacceso il dibattito sull’immigrazione in Italia e in Europa: ne abbiamo approfittato per fare il punto sul flusso degli ultimi anni, e per dare maggiori strumenti per discuterne in questi giorni in maniera informata.
La crisi dell’Aquarius è arrivata in un momento in cui gli sbarchi di migranti in arrivo dal Nord Africa sono al livello minimo da quattro anni a questa parte. Dal 2014 al 2017, infatti, ogni anno sono sbarcati in Italia più di centomila migranti; nei primi cinque mesi del 2018 ne sono arrivati solamente 13mila. Gli analisti attribuiscono il drastico calo agli accordi stretti dal ministro dell’Interno uscente Marco Minniti con le milizie armate in Libia, che nei mesi scorsi si sono impegnate a bloccare le partenze dei barconi, e al rafforzamento della Guardia Costiera libica – cioè sostanzialmente di altri gruppi armati – portato avanti dalle autorità italiane ed europee.
Se Salvini fosse stato ministro degli Interni quando vi fu quel picco di immigrati, verso la fine del 2016, avrebbe ordinato che i porti fossero dotati di mitragliatrici per evitarne l'approdo, 

8 commenti:

  1. Da un po' di tempo non ci capiamo, Cristiana.
    Mi ripeto e ti ripeto: qui non si tratta di accordi internazionali e di obblighi morali. Se vedo un uomo in mare lo salvo perché non sono un mostro indifferente.
    Qui si tratta di un SOPRUSO CONTINUATO della Comunità europea della minchia su una Italia imbelle e stupida.
    Gli sbarchi sono diminuiti? Aspetta a loquere, bella mia ci sono almeno mezzo milione di poveracci in attesa.
    HA FATTO BENISSIMO A MOSTRARE I DENTI.
    Ha finalmente posto la questione Italia NON uguale ad accoglieza a tutti i costi e qualcuno fornito di palle lo doveva fare.
    Quanto a quello che avrebbe fatto se, sono chiacchiere che dovresti avere la compiacenza di NON fare. Non c'era Salvini ma quel pasticcione casinisa e leccaculo di Angelino Alfano.
    Voglio essere maledetto, ma temuto e poi io del bamboccione Macron, di quel che pensa sua moglie e dei francesi me ne strafotto
    Meglio essere odiati, Cris, ma temuti, piuttosto che sfottuti come imbelli fessacchiotti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questo è un fatto, diceva quello di 'Piccolo campo'
      Su questioni politiche e umanitarie siamo agli antipodi.
      Per quanto riguarda Salvini, mo' che farà? E' più fesso di prima, e questo è un fatto.

      Elimina
    2. Guarda che finora Salvini è quello che ha sbagliato di meno.
      A qualcuno fa paura? Mi sta bene: rientra nelle mia logica. Se ci temono ci trattano meglio, crediammé. A te fa schifo? Ma né io né tu siamo due lecchini. E questo è un fatto.

      Elimina
  2. La cosa orribile è stata trattare gli occupanti di Aquarius come se si trattasse di scatolette di carne Simmenthal: "Li lasciamo in mezzo al mare a marcire", questo era il senso.

    RispondiElimina
  3. Cara Cristiana, la cosa è complicatissima! A fatto bene! Oppure a fatto male!!! la cosa è che qualcosa si è mosso, ora staremo a vedere, è sempre facile giudicare!!!
    Cara Carmela e Davide, Grazie delle vostre condoglianze, lui lascia 3 famiglie e figli con nipoti e la moglie è morta una decina di anni fa, per noi alpini è una grande perdita perché non ci sono giovani alpini che emigrano in Svizzera, così piano piano la sezione Svizzera non esisterà più.
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E la nullità o meglio la negatività di Salvini, il cui evidente scopo è di spaccare tutto.

      Elimina
    2. Scusa Daniele, ho cancellato il tuo commento per sbaglio.

      Elimina