Etichette

28 giugno 2018

CALEIDOSCOPIO

  • I casi della nostra vita hanno anche simiglianza colle figure del caleidoscopio: ad ogni giro vediamo qualche combinazione nuova mentre in realtà abbiamo sotto gli occhi sempre la stessa cosa. A.Schopenhauer
Qualunque aspetto presenti l’umana esistenza, gli elementi ne sono sempre eguali; perciò l’essenza rimane la stessa si viva pure in una capanna od alla Corte, in convento o nell’armata. Ad onta della loro varietà gli avvenimenti, le avventure, i casi lieti o tristi della vita somigliano agli articoli del confettiere; le figure sono svariate e numerose, ve n’ha di circolari o di screziate, ma tutto esce dalla stessa pasta, e gli accidenti toccati ad una persona sono molto più simili a quelli avvenuti ad un’altra che questa sentendone il racconto non pensi. I casi della nostra vita hanno anche simiglianza colle figure del caleidoscopio: ad ogni giro vediamo qualche combinazione nuova mentre in realtà abbiamo sotto gli occhi sempre la stessa cosa.

Schopenhauer dice anche Tutti i nostri desideri rispondono alla volontà di vivere, e il nostro corpo non è altro che la manifestazione esteriore di tutte le nostre brame interiori. L’ uomo, con la sua ragione  è capace di pensare cose astratte.

Ne deduco che l'uomo è un essere molto limitato; cambiano  l'aspetto, la cultura , la sensibilità, il punto di vista,  ma  le aspirazioni  sono le stesse, mentre il cammino può essere assai differente ( e non vi dico chi mi ha ispirato questi pensieri

5 commenti:

  1. Cara Cristiana, sai non riesco capire che cosa che potrebbe influenzare, è difficile vedere bene.
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Le esigenze di base sono le medesime per tutti gli esseri viventi, le variabili infinite. Buona serata.
    sinforosa

    RispondiElimina
  3. Forse duemila anni fa era diverso, ma l'uomo sotto tutte le latitudini ed i climi ha sempre le stesse esigenze. Varia il tempo ed il periodo in cui esse vengono alla luce, ma alla fine di un'esistenza di oltre settanta anni il caleidoscopio si è manifestato per tutti allo stesso identico modo,
    Chi, cosa ti ha ispirato questi pensieri? Mi butto a indovinare: l'osservazione acuta delle abitudini di Lilla, adesso che la capisci bene. :-))

    RispondiElimina
  4. Siamo tutti una stessa specie, homo sapiens. Sapiens perché sappiamo costruire, ma soprattutto perché trasmettiamo la storia e le storie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse ha ragione Andreoli : questa è l'era dell' uomo stupidus stupidus.

      Elimina

ANONIMI :NO