3.17.2018

MACHOS O NACHOS?



A Parigi la prima casa chiusa 
con bambole di silicone: 
viaggio in un business legale

Siamo andati alla Xdolls, 14° arrondissement della capitale francese, dove Joaquim ci 'presenta' le sue ragazze. I prezzi: meno di 100 euro l'ora, con un occhio fondamentale all'igiene



Joaquim si lancia in una rapida dimostrazione delle capacità motorie di Kim. Le stende le braccia, flette i gomiti, piega le ginocchia, allarga le gambe 

Prenotare i servizi offerti dalla maison close di Joaquim è semplicissimo: basta collegarsi al sito, scegliere la bambola che si preferisce, controllarne la disponibilità e pagare con carta di credito. 89 euro un'ora, 149 due ore, 120 euro per un'ora in coppia. PeCon un occhio ovviamente all'igiene. Come si legge sul sito, "le bambole sono pulite e disinfettate con prodotti specifici prima e dopo ogni utilizzo, le lenzuola sono monouso e anche lo spazio relax viene pulito ogni volta".

"I clienti sono principalmente professionisti tra i 30 e i 50 anni. Gente curiosa, che ama fare nuove esperienze", racconta Joaquim. "Ci sono anche persone estremamente timide o brutte, che si vergognano del loro aspetto. Io le aiuto a soddisfare i loro bisogni sessuali", continua Joaquim che non nasconde un pizzico d'orgoglio.  

 ho un dubbio: avere davanti una bambola invece di una persona
non potrebbe incoraggiare la gente a comportamenti sessuali estremi?
Joaquim taglia corto: "Non so rispondere. Non sono né filosofo
né sociologo. So solo che di spostati ce sono sempre stati e
sempre ce ne saranno. Meglio che si sfoghino con delle



bambole che con delle persone". Sto per andarmene

quando Joaquim mi fa: "Scommettiamo che la prossima
casa chiusa di bambole apre in Italia?". 

MAH!
Vero che sui gusti non si sputa, ma in quanto alla diminuzione della violenza sulle donne ho i miei dubbi.

14 commenti:

  1. Sì ma queste poi manco lavano e stirano! XD

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Scusa ma non me la posso porta' a casa 'na bambola gonfiabile?! Amazon te la spedisce in confezione anonima e una volta ripiegata la poi tranquillamente imboscare senza dare nell'occhio a nessun familiare. Se poi vivi da solo la lasci direttamente sul divano nella posizione che più ti suggestiona...
    ..a Joaquim.. ma tutti polli a Parigi?!

    RispondiElimina
  3. Che ipocrisia, hanno chiuso le case chiuse di una volta perché erano "immorali" e ora ci sono le bambole gonfiabili versione casa chiusa.
    E anche le escort, quelle non mancano mai.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Ma che problemi hanno? Uno squallore infinito!
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  5. Evidentemente alcuni godono all'idea di farlo proprio dove altri l'hanno fatto. Se fossi Joaquim lascerei capire che le bambole NON sono disinfettate...

    RispondiElimina
  6. Non ho ancora deciso se ridere o piangere... boh.... schifo!

    RispondiElimina
  7. Non so se sia geniale o folle, comunque non andrà a diminuire la violenza sulle donne! Molto interessante comunque questo post, manco sapevo esistessero posti del genere!

    RispondiElimina
  8. Manco più con puttane VERE non sono in grado di farlo? Che tristezza. Farebbero prima (e risparmierebbero soldi) ad accontentarsi della famosa Federica - la Mano Amica...
    (N. B.: prima che tante Federica mi saltino alla gola: è solo un'espressione tipica del nordovest, utilizzata per la rima, non per riversare disprezzo su una qualsiasi Federica).

    RispondiElimina
  9. Colgo l'occasione -distrigandomi tra i paralipomeni di una insulsa diatriba che insiste ad inseguirmi e che intristisce l'aria che respiro- per raccontare quel che stava nascosto in un angolo della memoria. Frequentavo l'ultimo anno di liceo -quindi era l'anno 1952- e ci fu proposta una gita culturale a Firenze e Toscana. Partì l'intera classe. A me capitò di stare in stanza con ***, un ragazzo cattolicissimo e apparentemente innocuo, amico di tutti e di tutte. La prima notte ero stanco e non mi accorsi di nulla. La notte successiva fui svegliato da gemiti e sospiri. Mantenni il ritmo del respiro e vidi al buio quel che stava facendo, inequivocabile. Quando finì ed accese la lucetta sul suo comodino, vidi che estraeva un calzino dal letto, ne tirava fuori un batuffolo d'ovatta molto imponente (lo riempiva del tutto) che poi andava a gettare nel cesso.
    Capito bene? Guarda qua, pensai, sto sacrestano marcio, nemmeno le seghe si fa.
    Si era fabbricato la sua bamboletta privatissima. No, no, non vi fate venire cattivi pensieri, io non ho mai violentato lenzuola o calzini, ma ho sempre avuto bisogno dell'odore e della consistenza della ciccia femminile.
    Bambole gonfiabili a 89 euro all'ora! Ma durano un'ora? E se si afflosciassero all'improvviso?

    RispondiElimina
  10. N. B.: hai messo la moderazione ai commenti; ben fatto, ma almeno una volta ogni tanto vai a vedere quanti ne hai in coda!

    RispondiElimina
  11. I francesi sono sempre i primi in certe cose.

    RispondiElimina