3.09.2018

Come la canzone di G.Gaber : destra o sinistra?

Dimmi come reagisci agli odori e ti svelerò le tue preferenze politiche

Alcuni studi universitari indicano che le nostre reazioni di fronte agli odori sono indicative delle nostre preferenze politiche.
Secondo due ricerche universitarie effettuate a Stoccolma e in Italia le reazioni che le persone hanno nei confronti degli odori ‘decisi’ indicano anche la propria preferenza politica. Nel dettaglio, chi non sopporta gli odori cattivi e prova disgusto quando il naso li percepisce, preferisce un leader autoritario, il cosiddetto ‘uomo solo al comando’
.

Uno dei ricercatori di questo bizzarro studio, Jonas Olofsson, ha sostenuto che: “C’è un forte legame tra quanto forte è il disgusto per odori come il sudore e l’urina e il desiderio di avere un leader simile a un dittatore, che possa sopprimere le proteste dei movimenti radicali” facilitando una divisione dei gruppi, quindi un minor contatto tra le persone. Cosa che, in teoria, aiuterebbe a sopravvivere più a lungo, visto che ‘meno contatti’ significa anche ‘meno possibilità di veicolare infezioni nocive’, quindi anche un ridotto rischio di ammalarsi.



I ricercatori hanno identiificato dieci odori base : fragrante legnoso/resiniso,fruttato( non di agrume ), chimico menta/menta piperita, dolce popcorn e due tipi di odori nauseanti : pungente e decomposto.

A meno che non siano dei pervertiti, penso che a nessuno piacciano gli odori 'decisi' (urina,sudore etc) e credo che ognuno di noi abbia  delle preferenze o un rifiuto per alcuni odori. Vero è che ci sono i più spocchiosi : saranno questi quelli di destra?
A me piace molto l'odore del tartufo, altri lo detestano. Mi piace l'odore delle orecchie dei cani che ricorda il legno degli alberi o le castagne arrosto, ad altri non so, Non mi piacciono gli odori amari, ma neanche quelli dolci. Detesto l'odore del lysoformio.
Dai, svelatevi!





14 commenti:

  1. A me piace l'odore della benzina :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...da piccolo impazzivo quando papà faceva benzina... ricordo che stavo lì estasiato ad inalare effluvii fantastici... ;)

      Elimina
  2. Cris, è una materia ancora da approfondire. Gli odori avranno anche una loro parte ma ogni argomentazione deve avere una base scientifica.
    Cioè definire perché chi detesta gli odori cattivi esprime la necessità del leader autoritario. Credo che gli odori sgradevoli non piacciano a nessuno. Quindi siamo tutti in attesa di un nuovo Hitler.

    ...Gianna aveva un fiuto eccezionale, per il tartufo.......
    Rino Gaetano.

    RispondiElimina
  3. Io "amo" moltissimo salire su un autobus e "odorare" i profumi di gente che non si lava. Mi rendono euforica. ihihihihihi... Quale la mia preferenza politica? Vediamo se indovini. Abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ma dai, è un dato di fatto che ci siano odori insopportabili per tutti.
    Che razza di ricerca è?

    RispondiElimina
  5. Comunque nonostante il pestilenziale odore di questi politici... ha votato una percentuale per me assurda di utenti... quindi come puoi ben constatare: le puzze piacciono.

    RispondiElimina
  6. La solita bufala mugghiante.
    Chi l'ha inventata questa?
    Io detesto le puzze e non gli odori, che annuso tutti, alcuni avidamente.
    È notorio che il maschio medio di qualsiasi color della pelle sia solito grattarsi là dove solo egli può e poi annusare con piacere quella "dolce puzza".
    E "doce puzza" chiamavamo da giovani io e Mario Monoriti -mio grande amico- quell' inconfondibile odore di femmina, che solo gli uomini sanno apprezzare così a fondo.

    RispondiElimina
  7. Secondo me, gli psicologi farebbero meglio a cambiare completamente mestiere. Tutte le volte che vedo questi test (e ci sento la puzza di carogna...) mi torna in mente quello che mi fecero alla visita per il servizio militare - domanda: ti piacciono i fiori? Risposta sì. Domanda: vorresti fare il fioraio? Risposta no. Risultato: sei ufficialmente scemo e vai a convincere lo psicologo militare che le risposte alle due domande non hanno alcuna correlazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cris, il tuo post compare nell'elenco lettura e non si trova nel blog.
      Prima di fare questo commento ho letto:

      Modifiche in conflitto
      Sono stati eseguiti più tentativi di modificare questa risorsa contemporaneamente. Ciò può essersi verificato perché hai fatto doppio clic su un collegamento o perché anche qualcun altro sta modificando questo blog o post.
      Premi il pulsante Indietro del browser e riprova. Se il problema persiste, consulta la Guida di Blogger. Ci scusiamo per l'inconveniente.

      Guida
      Centro assistenza
      Forum di assistenza
      Tutorial video
      Community
      Blogger Buzz
      +Blogger
      Sviluppatori
      API Blogger
      Forum degli sviluppatori
      © 1999 – 2018 Google
      Termini di servizio Privacy Norme per i contenuti

      Elimina
  8. Torna su impostazioni e sul numero dei post metti uno come preferenza.
    Occhio ai feeds.
    Ciao.

    RispondiElimina
  9. Molto bello e interessante questo post! :-) Sai Cristiana, da ragazzo io odoravo tutto, davvero tutto, e questo mi ha portato anche a dover evitare tante cose pericolose :-) Questa però te la voglio raccontare. Riuscivo a capire quale giornale fosse dal suo odore. Paese sera non aveva lo stesso odore del Messaggero o del Corriere della Sera, e La Repubblica aveva un odore completamente diverso da quello di tutti gli altri giornali! :-)
    Quali odori preferisco adesso? Mi piace molto quello del tabacco di pipa, mentre odio quello del tabacco di sigaro! Quello del tartufo piace anche a me. Poi quelli del miele, del caffè, della vernice, del gelsomino e tanti altri!
    Un abbraccio
    Nico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bella questa, hai mai provato con i tartufi?
      Notte Nico, grazie di essere passato

      Elimina