Etichette

15 aprile 2021

Ditemi se sbaglio

Scusate se mi intrometto se ( come qualcuno penserà ) non mi faccio gli affari miei , ma penso che  il mondo dei blog, oggi, dovrebbe occuparsi maggiormente di politica, cercare di  far conoscere a coloro che non leggono i quotidiani, fatti reali e atroci  che accadono sulla Terra 

Salvini, il fan di Bolsonaro, sul Covid attacca Speranza e poi la Ue e fa finta di non sapere...

Una situazione drammatica quella denunciata in Brasile, dal personale sanitario dell’ospedale Albert Schweitzer di Realengo, nella zona orientale di Rio. Un’infermiera ha infatti raccontato che mancano i sedativi negli ospedali di Rio de Janeiro, dove alcuni operatori sanitari hanno denunciato di aver dovuto intubare dei pazienti Covid da svegli e con le mani legate al letto a causa della mancanza di farmaci.

Nella struttura sono 78 i pazienti ricoverati con Covid. Altri 40 sono in emergenza. “Nella stanza rossa i pazienti sono intubati e legati, stanno vivendo tutto svegli e senza sedativo, perché non c’è sedativo, è tutto finito. Solo per la terapia intensiva e sono ancora in fase di riduzione e anche così, non è possibile per tutti i pazienti “, denuncia il personale medico.

“La contenzione meccanica usata senza sedativi è davvero una forma di tortura perché il paziente è a disagio e si trova in una situazione in cui non può nemmeno chiedere aiuto all’équipe multiprofessionale”, ha spiegato il medico di terapia intensiva Áureo do Carmo Filho.

Un’infermiera in servizio in un altro ospedale della capitale carioca, il Sao José, ha detto che alcuni dei 125 pazienti Covid sono morti a causa della mancanza di sedativi. “Non abbiamo farmaci, non abbiamo sedativi per i pazienti in terapia intensiva e purtroppo molti di loro non ce la fanno.

Il Brasile ha intanto superato le 360mila vittime di Covid dall’inizio della pandemia, ovvero 361.884. Secondo il Consiglio nazionale delle segreterie di salute, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 3.459 morti e 73.513 contagi. Il bilancio totale sale a 13.673.507 casi di contagi accertati.Nadia Setta

Come è possibile che nessuno intervenga,NON in soccorso di bolsonaro, ma della popolazione; penso all'ONU o a qualche capo di Stato, Biden, per esempio , cui non mancano certo i vaccini, penso a un Putin, tanto fiero del suo Sputnick, che sembra davvero efficace.






9 commenti:

  1. Conosco l'atroce situazione del Brasile e l'ignavia di potrebbe aiutarlo, ma non lo fa.
    E' un mondo cinico.

    RispondiElimina
  2. Ho letto, sono sconcertata.
    Il Brasile è ostaggio di un presidente indegno che già prima del Covid lo stava portando verso il default. E adesso siamo al disastro completo. Perché nessuno fa nulla? Perché non ci sono interessi economici da salvaguardare.

    RispondiElimina
  3. Senza contare gli altrove dove stanno morendo come mosche senza neanche la ribalta di un qualsiasi tg. Ed il motivo è sempre lo stesso e lo ha appena esposto Mariella.

    RispondiElimina
  4. Premesso che ogni blogger può scrivere di quello che vuole, concordo dicendo che si dovrebbe scrivere di sociale perché la poli oggi è solo un triste e volgare cabaret. Io infatti è da anni che non tratto di politica intesa come le polemiche da bar tra i politici. Vero Bolsonaro ha fatto danni ma ci sono cmq molte stranezze in questa pandemia come per esempio queste

    Dunque ho letto che la pfizer o come ho invece letto su open esperti americani , dice che potrebbe rendersi necessaria una terza dose tra 6 mesi o l'anno prossimo.

    In GB sembra preoccupare la neonata variante indiana che potenzialmente potrebbe contagiare più facilmente sfuggendo ai vaccini.

    Ora, o soprattutto l'ultima è una fake news dettata dall'invidia per le immagini di Londra che hanno fatto il giro del mondo anche perché la GB ha stilato un programma per il quale il 17 giugno tutto sarà ovunque nel Regno Unito come prima , oppure dal combinato disposto delle due notizie la domanda sorge spontanea: cosa serve vsccinsrsi (almeno per ora*) ?

    RispondiElimina
  5. il leghista farebbe meglio a rimborsare allo stato il maltolto che invogliare tutti a riaprire per accaparrarsi consensi e voti.
    maurizio

    RispondiElimina
  6. Le Organizzazioni Internazionali non svolgono più con efficacia quei compiti di tutela degli ultimi e dei più deboli che dovrebbero rientrare fra le loro fondamentali prerogative. Svolgono ruoli di mediazione per interessi economici solo là dove vi sono torte da spartire.E'triste che i diritti della persona e la tutela della salute siamo ormai relegati in secondo piano. Mi sembra che i blogger siano abbastanza sensibili a queste tematiche. La stampa ufficiale, purtroppo, molto meno.

    RispondiElimina
  7. Cara amica, non è solo il Brasile i soffetenza ma molte parti sottosviluppate del mondo. Oggi gia risolvere i gravi giorni di casa nostra e difficile e non credo sia possibile aiutare altri Paesi almeno finché non risolviamo i nostri problemi.
    Per quanto riguarda l'ONU è da anni un baraccone costoso e inutile, ricordiamoci sempre di Srebrenica (Bosnia)
    Ciao Mariella.
    fulvio

    RispondiElimina
  8. È giusto che ognuno parli di quello che si sente di parlare. E comunque nei blog, in alcuni blog si parla eccome di politica, anche sebmagari non sono molto letti che la leggerezza va fin troppo di moda.
    Direi che questa pandemia ha portato alla luce i moltissimi limiti di un mondo dominato dalla logica del profitto. E questo si vede molto bene in brasile, in lombardia, in italia... praticamente ovunque. Purché lo si voglia vedere

    RispondiElimina

ANONIMI :NO