4.06.2018

MICRO DRONES KILLER ARMS ROBOTS - AUTONOMOUS ARTIFICIAL INTELLIGENCE - W...

Uno stormo di uccelli sorvola il deserto della California disegnando formazioni sempre diverse, cambiano direzione all'unisono. Una scena che ognuno di noi avrà visto tante volte. Solo che in questo caso gli uccelli sono dei droni, ognuno dei quali è capace di colpire uno o più bersagli. E di uccidere, se il target è un soldato nemico. Ma non solo: questi droni non sono comandati da un uomo, ma agiscono autonomamente sulla base delle informazioni ricevute. Si chiamano “letal autonomous weapon”,
armi letali autonome, e sono l'ultima frontiera della tecnologia militare. L'incontro più avanzato (e forse più inquietante) tra l'intelligenza artificiale e gli eserciti.

Killer e autonomi dall'uomo, i nuovi robot da guerra spaventano il mondo: “Vanno fermati”

Killer e autonomi dall'uomo, i nuovi robot da guerra spaventano il mondo: “Vanno fermati”

Si chiamano “letal autonomous weapon” e sono l'ultima frontiera della tecnologia militare. L'incontro più avanzato (e forse più inquietante) tra l'intelligenza artificiale e gli eserciti. Stati Uniti, Cina, Israele, Corea del Sud, Russia e Regno Unito stanno portando avanti la ricerca su queste nuove armi. Mentre ong e attivisti di tutto il mondo chiedono di metterle al bando

SIMULAZIONE   MINUTO 5.14


E non è tutto, ci sono in agguato anche i robot killer

I robot killer sono robot militari potenzialmente in grado di sostituirsi ai soldati sul campo di battaglia. Dotati di intelligenza artificiale e con capacità decisionali autonome, promettono – o minacciano – di rivoluzionare il modo di fare la guerra. Secondo il Dipartimento della Difesa americano, entro il 2050 gli eserciti saranno formati quasi esclusivamente da robot killer capaci di selezionare e colpire obiettivi senza l’intervento umano, senza che nessuno prema un pulsante. Sceglieranno loro come e quando sparare.
Robot killer, benedizione o sciagura?
Sui robot killer gli scienziati si dividono: per alcuni, i più entusiasti, saremmo di fronte a un’autentica rivoluzione bellica – la terza dopo l’invenzione della polvere da sparo e delle armi nucleari – che consentirebbe di ridurre drasticamente le perdite tra i soldati. Secondo altri, invece, un’eventuale corsa agli armamenti “intelligenti” sarebbe una sciagura e significherebbe autorizzare un uso distorto e pericoloso dell’intelligenza artificiale.

Robot killer e terrorismo

I manager di 24 Stati hanno chiesto alle Nazioni Unite di mettere al bando i robot killer. Nell’estate 2017, 116 imprenditori del settore della robotica e dell’intelligenza artificiale hanno firmato un appello all’Onu. Il pericolo, dicono, è che i robot killer possano essere utilizzati anche dai terroristi e possano diventare protagonisti di guerre capaci di distruggere l’umanità.

Se questo è il futuro  prossimo dell'umanità, a mio perere, il lato buono è che possimo cominciare a fregarcene di chi ci governerà e anche di risparmiare denaro. Spendete gente, spendete   ,chi vuol essere lieto, sia:  del diman non c'è certezza”.





3 commenti:

  1. Di che ti meravigli, Cris? Guglielmo Marconi studiò per anni, gli ultimi, il raggio della morte che arava le città rivoltando le zolle dalle fondamenta e lasciando un campo arato al posto delle città. Io non ero ancora nato, guarda tu.
    Succederà e qualcuno ne approfitterà. Così si autodistruggerà l'Umanità.
    Però, guarda guarda chi sta lavorando per annientarci: i soliti delinquenti. USA, GB, Israele, Corea del Sud (del Sud non del Nord) e poi la Russia e sicuramente poi arriveranno Giappone, Cina e Corea del Nord. Quando l'Iran?
    Per ora i meno disonesti siamo noi ed i tedeschi, pensa un po' tu.....

    RispondiElimina
  2. Insomma, dai film di fantascienza si è passati alla realtà.
    Terribile.

    RispondiElimina
  3. E mentre i soliti guerrafondai di cui parlo sopra costruiscono minirobots autogestiti per massacrare un nemico di robots autogestibili gli stessi uerrafondai costruiscono i contraccettivi, cioè miniminirobots autogestiti che annullerebbero gli affetti devastanti dei primi. E allora? Si finisce 0 a 0 con eserciti di minicarcasse di robots autogestiti.
    Ma sapete qual'è la conclusione? Che l'uomo non rischiando più nulla diventerà incauto ed incapace e basterà un BUUUUUHHHH scandito da altoparlanti satellitari per far venire all'Umanità tutta scariche di diarrea.
    Così questa nostra ex-splendida Umanità si liqueferà in merda.
    Con accompagnamento musicale di fondo da "La caduta degli Dei" di Wagner.

    RispondiElimina