Etichette

20 settembre 2018

DE GUSTIBUS...

Coccole e carezze? Ora si comprano.
L'idea è venuta a Jackie Samuel, neolaureata di 29 anni,  che accompagna i suoi clienti al centro del negozio, dove c'è un comodo letto matrimoniale, e semplicemente li coccola: abbracci, parole dolci, carezze e gesti assolutamente casti. Per imparare la tecnica, ha studiato il libro Il sutra delle coccole nel quale sono illustrate 100 diverse posizioni per fare le coccole senza sconfinare nel sessO.


minuto   20  fino minuto    42


Ecco il catalogo giapponese delle coccole
Nel catalogo delle coccole giapponese ci sono servizi a tariffa fissi, pacchetti in abbonamento e servizi personalizzati di cui non vengono resi pubblici i prezzi.
  1. tessera di iscrizione : 37 euro
  2. dormita singola: 20 minuti di sonno insieme alla sconosciuta o sconosciuto- costo, 30 euro
  3. dormita di 1 ora:               72 euro
  4. pacchetto di 10 ore di dormita insieme:     600 euro
  5. supplemento abbraccio  di 5 secondi:         12 euro
  6. supplemento guardarsi negli occhi:             12 euro  3 minuti
  7. Supplemento farsi grattare/ accarezzare  la testa:   12 euro 3 minuti
  8. far cambiare  vestiti alla ragazza;                 12 euro  alla volta
  9. far distendere la donna a cucchiaio;            12 euro 3 minuti
  10. far dormire il cliente con la testa sul grembo della donna:    13 euro 3 minuti
  11. far dormire la donna con la testa sul grembo del cliente: 26 euro
  12. massaggio della donna ai pidi del cliente: 13 euro
  13. massaggio del cliente ai piedi della donna: 26 euro.

    Ma questi non hanno un amico/a , un cugino/a, un coinquilino/a , un collega e...magari un cane?
    Da quando ero bambina , io dormo col mio cane e vi assicuro che non c'è niente di dormire con il vostro cane back to back.







9 commenti:

  1. Cara Cristiana, anche questo anno inventato!!! Dove andremo a finire!!!
    Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. La prima cosa che ho pensato è che la solitudine ci ucciderà

    RispondiElimina
  3. Coccole e carezze a pagamento? Ma vaffanculo. Quelle si danno via gratis alle persone a cui si vuol bene. Pagare per farsi coccolare? Intanto saranno sempre coccole a pagamento, e poi, farmi abbracciare da uno sconosciuto? Ma nemmeno se pagassero me per farlo!

    RispondiElimina
  4. Che tristezza! Mille volte meglio un cane o un gatto, loro si fanno coccolare e ricambiano gratuitamente.
    Felice giornata, un abbraccio
    enrico

    RispondiElimina
  5. Ho già restituito la tessera, i viaggi a Tokio costano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Raccontaci almeno le tue scelte e com'e stata l'esperienza, sperando che aprano una "carineria " anche qui da noi, nonostante la nostra arretratezza.

      Elimina
    2. Anzitutto si paga in yen, ho dovuto prima cambiare da una signora sorella di un cambiavalute che mi ha anche offerto vitto e alloggio a prezzo molto conveniente. Abbiamo dormito sullo stesso tatami, ottenendo io una riduzione del prezzo previsto per l'alloggio. Molto conveniente. Non ho visto se la signora dormisse a cucchiaio o a forchetta, ma siamo stati insieme gratis per tutta la notte (stesso tatami). Molto conveniente. Salutandoci alla partenza c'è stato un abbraccio di 20 secondi completamente gratis. Il sake era gratis. Molto conveniente. Sono andato via alla Pinkerton, promettendo di tornare quando mi sarà possibile. La signora mi ha promesso un ulteriore sconto.

      Elimina
  6. Da ragazzo dormivo col mio gatto. Di sicuro dormirei anche col mio cane, se ne possedessi, ma non ne avrò mai perché Anna Maria è allergica al pelame. Dormirei anche con la mia giraffa, ma pagare 12 euro per una grattatina di tre minuti al capoccione senza passione alcuna no, mi sembrerebbe un sacrilegio. La capoccia te la fai grattare da una donna, cui sia venuta questa voglia, capoccia e qualsiasi altra cosa. Ma che ci fanno con le mogli e le amanti i giapponesi?

    RispondiElimina
  7. Mi fa tristezza, tanta. Mi fa pensare a uno di quei film sul futuro, con scenari apocalittici dove l'umanità ha perso anche la gioia dei rapporti interpersonali e ci si inventa qualsiasi cosa pur di provare un minimo di emozione.
    E invece esiste già adesso questo negozio delle carezze e delle coccole... Bah, per andarci si deve essere parecchio messi male quanto a solitudine (mi riallaccio al commento di Mariella).

    RispondiElimina

ANONIMI :NO