Etichette

15 dicembre 2020

W l'ITALIA

 

Como, istituzioni e cittadini insieme per uscire dall'emergenza


Questo il titolo della Provincia, quotidiano di Como , che ho letto  per caso nella rassegna stampa, poichè non abbiamo mai avuto l'abitudine di comprarlo regolarmente. In fondo sono anch'io una cittadina comasca, mia figlia è nata qui.
E' sbagliato, secondo voi? Sarà che mi sento cittadina del mondo , come mio marito, nati in un posto, io a Genova, mio marito nel carcere di Torino  , a causa della guerra ,non abbiamo radici vere e proprie, sarà che siamo vissuti in vari Paesi, sarà che abbiamo varie discendenze, io un padre francese e una nonna algerina, mio marito la madre tedesca e una nonna ungherese. Ricordo che , quando abitavamo in Svizzera venne a casa un assicuratore il quale, apprendendo che non avevamo l'abitudine di comprare e leggere un giornale del Ticino, disse che non ci saremmo mai integrati . Ciò non significa che non ami l'Italia, anzi l'adoro.






7 commenti:

  1. Devi essere fiera delle tue origini,sono un valore aggiunto.

    RispondiElimina
  2. Sono di origine austriaca da parte materna e inglese per padre. Sono nato in Italia e mi sono sempre sentito italianissimo.
    Ciao fulvio

    RispondiElimina
  3. Hai radici estesissime quindi.
    Molto bello

    RispondiElimina
  4. Sei grande come il tuo albero genealogico:-)

    RispondiElimina
  5. Cittadina del mondo e residente mobile!! Io romano de Roma, ma vorrei vivere altrove, decisamente... ;)

    RispondiElimina
  6. Anch'io ammetto leggo poco la cronaca locale genovese anche se la seguo magari di più attraverso internet ed il canale genovese di Primocanale, e neanche leggo il Secolo XIX. Veramente non esiste al momento un quotidiano che acquisterei al momento.... Cmq concordo con Franco siamo cittadini del mondo, tu poi ,complimenti ,lo sei anche di fatto :-)))

    RispondiElimina

ANONIMI :NO