Etichette

19 febbraio 2019

A volte ritornano

Diktat Lega: "Alla radio una canzone italiana su tre"

 « Le emittenti radiofoniche, nazionali e private» debbano riservare «almeno un terzo della loro programmazione giornaliera alla produzione musicale italiana, opera di autori e di artisti italiani incisa e prodotta in Italia30 giorni di sospensione delle attività radiofoniche per le emittenti ‘disobbedienti’. Al Bano che, aduso agli acuti, alza la voce e va oltre: «Solo una canzone italiana su tre è poca cosa. Almeno sette su dieci».
Chissà, con il pretesto delle lobbies e spremendosi le meningi, forse interverranno anche sulla vendita dei dischi, uno Springstin ogni un Albano, un Gigi Dalessio e un ' Orietta Berti? e sui libri stranieri stampati e letti qui da noi ; un King su tre scrittori italiani?
Come non pensare all'italianizzazione voluta dal Duce  "che cominciò con la proibizione del pronome allocutivo “Lei”, di presunta origine spagnola,  Così l’Accademia Italiana,  delegò a un’apposita commissione l‘italianizzazione di molte parole, Tra le più eclatanti ci furono: the→ tè (adattamento grafico), check→ assegno, dribbling→ calceggio, champagne→ sciampagna, film→ pellicola, menù→ lista, autogoal→ autorete, slalom→ obbligata, alcool→ alcole, wafer→ vafer, bordeaux→ color barolo, insalata russa → insalata tricolore, chiave inglese→ chiavemorsa.Tutti i provvedimenti prevedevano, ovviamente, anche una sanzione che con gli anni aumentò progressivamente, confermando l’arresto fino a sei mesi o un’ammenda fino a cinque mila lire per chiunque contravveniva a essi. "
Ho letto anche Buonaria x Buenosaires   Braccioforte x Armstrong.


21 commenti:

  1. "Assegno" non è una traduzione in italiano: sono nati prima gli assegni da noi che i "check" all'estero (ricordo che abbiamo le banche più antiche del mondo).
    Comunque, "sciampagna", "calceggio", "alcole", "vafer" (sembra un "vaffa"!) mi fanno cappottare tutte le volte che li leggo in documenti di quel periodo. Sul tè le opinioni sono alquanto contrastanti, su chi dice che derivi dal francese "thé" (con l'accento) e chi dice che invece abbia seguito un flusso inverso per via del fatto che il tè arrivava prima da noi per poi venire esportato in Francia.

    RispondiElimina
  2. Cara Cristiana, si vogliamo rivangare troveremo tutto da rifare,ora ci pensa la lega:-)
    Ciao e buon pomeriggio con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Non so se sia peggio la storia delle canzoni o la pagliacciata della piattaforma Rousseau. Purtroppo la Storia non insegna, anche ai tempi del duce molti italiani, che poi hanno smentito, appoggiavano Mussolini come ora si vota lega. I cinquestelle salvano Salvini ma probabilmente pagheranno in termini di voti.

    RispondiElimina
  4. Non scherzo mai su Salvini. Per l'Italia quell'uomo è una sciagura.

    RispondiElimina
  5. Il voler imporre ad una lingua parlata limitazioni dovute a diverse etnie e dare vantaggi all'inglese, allo spagnolo, al francioso significa adulare il peggior periodo storico dell'Umanità, il medio evo che succede al Roma Caput Mundi, laddove i Romani pensavano che quella sistemazione fosse definitiva, mentre dopo il crollo di quell'impero francesi, spagnoli e soprattutto inglesi presero il resto del mondo come preda colonizzandolo ed imponendo con tutti i mezzi le loro lingue, insieme aai portoghesi, con qualsiasi mezzo, mentre da noi si litigava tra territori adiacenti e piccole città. Perché noi siamo questi e non esisteva una patria comune, ma solo beghe di quartiere. Oltre che in Italia sono nella Svizzera italiana si parla italiano. A causa del nostr campanilismo ci siamo autoridotti a nazioncina boriosa. Il compenso il 90% del patrimonio artistico e culturale sta in Italia perché non sono riusciti a spostarlo, come il Colosseo o il duomo di Milano o di Firenze, o San Pietro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @iacopo -Scusa, io non ho capito una mazza: per favore me lo traduci in Italiano ? Grazie.

      Elimina
    2. E' chiaro ciò che vuol dire : aveva ragione Mussolini e non quell'Italia che si è tirata fuori dai guai ricorrendo agli alleati.

      Elimina
    3. @GUISITO.
      GERN UND SOFORT.DIE ALTE RÖMER HATTEN AN ALLES GEDACHT IM AUSLAND, ABER IN ITALIEN AN NICHTS. ES KÖNNTE SEIN DASS DIE ALTE RÖMER WUSTEN DASS DIE RESTLICHE
      ITALIENER NICHT NORMALE IM KOPF WÄREN. IM DIESER SINN HABEN DIE GEARBEITET.
      MIT ERFOLG. ABER DANN KREPIERTE DIE RÖMISCHE REISCH UND ITALIEN WAR KEINE NATIONE, ABER NUR EINE LAND.
      FRANZOSE, SPANIER, ENGLENDER PORTUGESIE ALLE VOLLEN DIE WELT BESETZEN.
      CISTIANA MAZZOCCHI HAT SCHON VERSTANDEN UND INTERPRETIERT.
      BIST DU ZUFRIEDEN JETZT?
      ICH GRATULIERE

      Elimina
    4. Nicht gagestaende keine obiject das fenstern werfen. Ja whol? Eia, eia alalà!

      Elimina
  6. Fa ridere la questione, come fosse un problema serio.
    Ma in fondo sono d'accordo con la proposta: c'è tanto di buono nella musica italiana (ma io farei anche il cinema e la tv!) che bisogna valorizzarla.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ascoltala finchè permetteranno testi liberi, contrariamente a ciò che succedeva durante il prolungamento del Medio Evo in Italia

      Elimina
  7. Io non mi sto divertendo per nulla. E ricordo benissimo ciò che mi hanno raccontato nonni e genitori dei tempi che si sperava non dovessero tornare mai più...

    RispondiElimina
  8. Ho sentito di quella proposta, penso che sia così assurda da restare lettera morta, ma resta il fatto che qualcuno ci abbia pazzescamente pensato, ed è questa la gravità maggiore su cui riflettere.

    RispondiElimina
  9. E i calciatori stranieri nelle squadre italiane? Uno straniero per ogni tre italiani. E le auto straniere? Consentire il passaggio ai caselli autostradali a un'auto straniera dopo che siano passate tre italiane. Al ristorante puoi mangiare una sachertorte dopo che hai mangiato tre cannoli siciliani o a scelta tre sfogliatelle napoletane. Ti puoi scopare una gnocca brasiliana dopo che ti sei scopato tre italiane. W l'Italia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande Guy ! Inoltre si creerebbero tanto posti di lavoro , tra controllori e contabili.

      Elimina
    2. Ci starei anche io a scopazzarmi una brasiliana CHE SCEGLIREI io dopo tre siciliane ANCHE NON scelte da me.

      Elimina
  10. Ci sono argomenti che uniscono... quasi.

    RispondiElimina
  11. Quest'uscita mi ha fatto ridere, però c'è da stare molto attenti perchè il clima è pessimo. Mi spaventano molto anche la battaglia contro l'aborto e tanti altri pseudo ragionamenti che sento in giro e che fino a qualche anno fa nessuno avrebbe osato rendere pubblici. Attenzione molto alta!

    RispondiElimina
  12. Io resto interdetta. Un passo alla volta, in ogni campo (in questo caso in quello della musica), si sta cercando di far "passare" un messaggio che di patriottico in senso giusto e sano mi sembra abbia poco. Non mi piace.

    RispondiElimina

ANONIMI :NO